− three = two

Ora è possibile utilizzare le tracce musicali del servizio di hosting SoundCloud sul software di mixaggio Serato DJ.

Come già preannunciato a ottobre di quest’anno, la piattaforma Soundclound ha iniziato l’integrazione con i software di mixaggio più famosi come i prodotti di Native Instruments, Virtual DJ, DEX3, MixvibesHercules, permettendo così l’utilizzo delle tracce presenti sul sito direttamente nel software senza acquistare o scaricare i contenuti. 

Ad oggi l’integrazione è avvenuta solamente con Serato DJ, mentre per gli altri programmi il tutto verrà completato nel corso del 2019.

Il funzionamento alla base è simile all’ascolto classico della musica su SoundCloud o ad esempio su Spotify, solo che in questo caso il dj potrà utilizzare le oltre 190 milioni di tracce della piattaforma durante i vari set.

Per poter utilizzare questa funzione gli utenti avranno bisogno di un account SoundCloud Go +, del costo di $ 9,99 al mese, e Serato DJ Pro 2.1 o DJ Lite 1.1 per utilizzare il servizio. Al momento SoundCloud Go + non è disponibile in Italia e non si hanno date di arrivo.

Il tutto avrà bisogno di una connessione ad internet più o meno veloce. Non è possibile effettuare il download ed utilizzare i contenuti multimediali offline, ma tale funzione verrà implementata in futuro.

Questa è l’ennesima dimostrazione di come i servizi di streaming audio/video ricoprano sempre più un ruolo fondamentale nella fruizione di contenuti. La comodità di avere a disposizione tutto il catalogo di una determinata piattaforma senza però esserne mai davvero in possesso.

Ed a proposito di SoundCloud vi invitiamo a seguire il nostro profilo ed ascoltare le nostre Internal Selection qui.

Qui l’ultimo podcast con Giorgio Camerino aka Jujet.