seven + 1 =

In questo episodio di Internal Selection, il secondo realizzato in collaborazione con la crew DB Artists, abbiamo deciso di proporvi le sonorità di Dj Holographic.

Circondata dalle personalità più illustri della Detroit Techno, Ariel Corley, in arte Dj Holographic, rappresenta il perfetto mix delle influenze che hanno caratterizzato per anni la musica della Motor City americana. Durante le sue esibizioni propone sonorità che spaziano dalla techno all’house, passando attraverso l’universo dell’R&B, dell’hip hop, della disco e della black music.

Grazie ai contatti diretti con figure chiave del panorama come la crew di Underground Resistace, i Detroit Techno Militia e da artisti come Dj Minx, Dj Holographic fa parte di una generazione di dj e produttori cresciuti all’interno della Motor City che ha permesso alla techno made in Detroit di evolversi assorbendo suoni e generi provenienti dall’esterno, ma senza mai tradire lo spirito che caratterizza la città e il suo movimento musicale. Quest’oggi, Internal Selection vi offre l’opportunità di ascoltare la selezione di un’artista che si è esibita in palcoscenici come quello del Movement di Detroit e in città come Los Angeles, New York, Londra, Chicago e Berlino.

In questo momento, dopo la storica residenza al celebre afterparty Bak Dør, l’artista sta portando avanti il proprio radioshow con cadenza mensile intitolato “Sturdust” negli studi Red Bull di Detroit e, contemporaneamente, lavora alla sua prima release, un disco che dovrebbe vedere la luce proprio nel corso del 2019. Dopo la spettacolare apertura della serie Internal Selection meets DB Artists Crew di Stacey Pullen (clicca QUI per risentire il set dell’artista), oggi vi invitiamo ad ascoltare questo capolavoro mixato per noi in esclusiva da Dj Holographic.  Questo episodio di Internal Selection firmato Dj Holographic ci immerge perfettamente in quell’atmosfera house che ha visto protagonisti i grandi artisti del genere non solo a Detroit, ma degli Stati Uniti in generale.