− two = four

James Ruskin ritorna su Tresor Records con due lavori discografici in uscita a novembre. Oggi è possible ascoltare “Detached”, il primo estratto di “Point 2”.

Dopo 19 anni Tresor Records annuncia la ristampa di “Point 2“, l’album che nel 2000 ha consacrato James Ruskin sull’etichetta tedesca che fa sognare milioni di ascoltatori. Già lo scorso luglio avevamo incontrato il produttore inglese in occasione dell’uscita di “Reality Broadcast Off” in uscita sulla label di cui egli stesso è fondatore.

“Point 2” è stato il primo lavoro discografico del boss della Blueprint Records sulla label del club più famoso del mondo. L’album è stato il primo episodio di un’incredibile trilogia che ha fatto impazzire gli amanti della musica techno grazie a un sound sempre giusto e travolgente.

Un sound che fa riferimento a forti influenze minimal ma allo stesso tempo saturo di contaminazioni Detroit, mettendo in vinile quello che è lo stile inconfondibile made in U.K. che ha reso Ruskin un pioniere del suo genere.

L’album torna dopo quasi vent’anni con la stessa audacia e la stessa capacità di saper sorprendere qualsiasi tipo di pubblico, con l’aggiunta però, di due nuove tracce che presentano uno stile di nicchia ma sempre maledettamente attuale.

Tresor Records ha reso subito disponibile all’ascolto “Detached”, estratto direttamente da “Point 2” disponibile invece dal 1 novembre 2019.

Tracklist:

A1 / 1. Before The Calling
A2 / 2. If>
A3 / 3. Subject
B1 / 4. Detached
B2 / 5. Version<
C1 / 6. Eight 3
C2 / 7. Connected
D1 / 8. From Over The Edge
D2 / 9. Coda
D3 / 10. If (Loft Mix)

Il secondo lavoro di questo 2019 in arrivo su Tresor Records firmato da Ruskin è intitolato “Siklikal” ed è un EP di quattro tracce.

Tracklist:




Suoni distorti, sintetizzatori sporchi e ritmiche particolarmente travolgenti, sono queste le principali linee che vanno a tracciare le caratteristiche di “Siklikal”.

I quattro brani dimostrano la capacità dell’artista britannico di saper essere eclettico e camaleontico. Spaziando dalla techno cruda e brutale molto vicina a quello che potremmo definire un profilo industriale, fino a presentare ritmiche leggermente più melodiche ma sempre dal forte impatto sonoro.

Anche “Siklikal” è disponibile dall’8 novembre 2019 naturalmente attraverso Tresor Records.