three + two =

Martin Gore dei Depeche Mode venderà alcuni dei suoi migliori synth, drum machine, Moog, effetti musicali e molto altro per una giusta causa.

Pochi giorni fa Reverb.com (mercato online di strumenti musicali) ha annunciato che il prossimo 26 settembre Martin Gore, storico membro ed autore di molti testi dei Depeche Mode, aprirà un suo spazio sulla piattaforma in cui saranno messi in vendita pezzi importanti della sua collezione.

Il tutto per una buona causa.

Sì, perché il 100%  dei ricavi andrà a Notes for Notes, organizzazione no-profit che progetta ed allestisce studi di registrazione all’interno dei Boys & Girls Clubs of America (associazione che organizza programmi di doposcuola). Donando così l’opportunità, ai giovani americani, di creare ed esplorare la musica gratuitamente.

Maestro dell’elettronica, innovatore, compositore, Martin Gore metterà sul banco del suo negozio virtuale gli strumenti che gli hanno permesso di influenzare con il loro sound un’epoca: la New Wave. Il catalogo comprenderà articoli leggendari come lo Studio Electronics MidiMoog Rack Synthesizer o il raro Roland TR727 Latin Drum Machine, un ed un’ unità rack Electro-Harmonix Bi-Filter con due filtri multi-mode.

Studio Electronics MidiMoog Rack

Inoltre in negozio saranno disponibili un synth Roland Juno 2, un Moog Drummer From Another Mother (DFAM), un Arturia Mini Brute ed ulteriori drum machine, effetti e dozzine di altri esemplari unici, alcuni anche autografati da MG.

MG, pseudonimo di Martin Lee Gore con il quale, insieme all’amico Vince Clarke (già Depeche Mode), nel 2011 creò il progetto VCMG, dal ritmo decisamente techno-minimal, da cui nel 2012 uscì l’album Ssss. Di seguito un assaggio.

Mentre qui un’interessantissima intervista di Gore per la Mute Records fatta in occasione dell’uscita (2015) del suo album solista chiamato semplicemente ‘MG‘, in cui parla dell’ispirazione a scrivere e creare suoni con in suoi sistemi modulari Eurorack.

E per i più curiosi, nostalgici, ricercatori ecco una chicca: ‘In a Manner of Speaking‘ versione di Martin L. Gore, cover di uno dei gruppi preferiti anche di chi scrive, i Tuxedomoon, roba post-punk anni ’80.

Per restare informati: Reverb

QUI invece potete leggere un nostro recente articolo sul producer olandese Legowelt che ha reso disponibile gratuitamente un samplepack del sintetizzatore analogico Oberheim Matrix 1000, synth molto caro anche ai Depeche Mode.