+ twelve = 13

Lo avevamo annunciato ma ora sta diventando finalmente realtà: apre a Francoforte il MOMEM (Museum of Modern Electronic Music), il primo museo dedicato alla techno e alla storia della musica elettronica.

E’ previsto per il prossimo 7 giugno l’evento inaugurale del MOMEM, il nuovo spazio museale sulla musica elettronica di Francoforte che sta per aprire i battenti dopo quasi tre anni di lavori.

Il museo, che si appresenta ad inaugurare ufficialmente nelle prossime settimane, celebrerà la storia e le evoluzioni di un movimento musicale, quello della techno,  che ha contribuito a cambiare la geografia culturale di molte città tedesche, inclusa quella della capitale dell’Assia sulle rive del fiume Meno.

Sarà il sindaco Peter Feldmann insieme alle più importanti cariche politiche dell’amministrazione locale di Francoforte a consegnare le chiavi degli spazi rinnovati dell’ex Museo dei Bambini a DJ Azary, Andreas “Talla 2XLC” Tomalla e Stefan Weil, ideatori del progetto MOMEM.

Seguirà per i giornalisti e gli invitati la presentazione ufficiale e la conferenza stampa con la partecipazione dei tre  ideatori e responsabili del nuovo museo.

L’iniziativa segue la recente approvazione da parte del Consiglio Comunale di Francoforte della delibera di assegnazione dei locali destinati al MOMEM per i prossimi cinque anni.

L’apertura del MOMEM, già annunciata dalla stampa internazionale e dai media di settore, è stata salutata con entusiasmo dal Sindaco Peter Feldmann che ha annunciato anche il rilascio del patrocinio al nuovo spazio museale.

Francoforte è uno dei luoghi di nascita della techno“, ha dichiarato Feldmann alla stampa locale; “molti pionieri della musica elettronica sono cresciuti qui. Ecco perché abbiamo assegnato il distintivo Goethe a Sven Väth due anni fa.

Il MOMEM è un progetto culturale unico al mondo. Vogliamo testimoniare l’importanza di questa epoca culturale e riconoscergli in questo modo il giusto spazio. Il MOMEM avrà un appeal internazionale“.

Ina Hartwig, Assessore alle Politiche Culturali, ha sottolinato l’importanza della nuova struttura per lo sviluppo sociale ed artistico di Francoforte:

Il MOMEM offrirà un’opportunità unica per valorizzare questo genere musicale e sarò ospitato qui a Francoforte sul Meno. In nessun altro luogo esiste uno spazio espostivo paragonabile. Il MOMEM continuerà a seguire l’evoluzione della musica elettronica anche nei prossimi anni.

Gli aspetti di prossimità con altre discipline artistiche come il design, la moda e la danza, crearanno nuovi impulsi e, di conseguenza, un arricchimento per la diversità del panorama museale di Francoforte“.

Il MOMEM è nato da un’ idea di Andreas Tomalla aka TALLA 2XLC (da molti riconosciuto come l’ inventore del termine “techno”) e da un progetto finanziato anche attraverso una campagna di crowdfunding tuttora in corso, con il sostegno concreto dal Comune di Francoforte.
Al suo interno i visitatori potranno trovare installazioni, visual, fotografie, rarità e altri oggetti legati a diversi periodi, artisti ed etichette di ambito elettronico.

Il museo non ha solo lo scopo di documentare il passato, ma anche di continuare a sostenere la musica elettronica come forma d’arte; nel nuovo spazio, infatti, avrà sede anche un Academy che proporrà conferenze, concerti ed eventi che saranno organizzati anche in altre location della città.

Tutte le informazioni sono disponibili sula pagina Facebook e sul sito ufficiale del MOMEM.