+ thirty six = forty

Music Platform si mobilita per rendere omaggio a Stefano Brescia, figura chiave della scena italiana venuto a mancare poco tempo fa.

Lo scorso agosto abbiamo detto addio a Stefano Brescia, imprenditore italiano ma soprattutto brillante pensatore e agitatore della scena elettronica più all’avanguardia. Stefano è venuto a mancare a causa di una terribile neoplasia ma questo non ha di certo fermato le sue idee e i suoi ideali.

Alcuni di essi vengono portati all’attenzione del pubblico italiano attraverso numerose iniziative. Tra queste troviamo anche Music Platform, un format Made in Italy che dal 2016 suona e racconta quello che potremmo definire l’animo elettronico della Puglia, attraverso docufilm, performance in streaming e tanto altro.

Music Platform ha così portato alla luce la necessità di associare la musica e i giovani talenti italiani, ai paesaggi mozzafiato della penisola. Infatti, il collettivo in circa 4 anni ha creato un legame indissolubile tra buona musica e le immagini delle città più caratteristiche del Paese.

Z.I.P.P.O. e Kaelan protagonisti come 3KZ

In questo lasso di tempo Music Platform ha dedicato spazio ai giovani artisti ma anche ai produttori e ai performer internazionali, che hanno avuto modo di lasciare un segno nel panorama elettronico.

In questa puntata, il collettivo ha invitato in consolle due artisti di eccezione, volti già noti alla nostra redazione. Parliamo di Z.I.P.P.O. e Kaelan. I due produttori insieme formano 3KZ, un progetto innovativo quanto sorprendente e, per l’occasione, hanno dato vita ad un live molto interessante nella cava di bauxite di Otranto (Lecce) e che abbiamo pubblicato in esclusiva sul nostro canale Soundcloud e che potete ascoltare qui sotto.

“È stata davvero unica. Questo luogo, con il suo fascino, ci ha davvero catturati e trasportati in una dimensione che ha reso la performance memorabile sotto diversi aspetti. Paesaggio a parte, ha svolto un ruolo importante anche la sfera emotiva dal momento che abbiamo dedicato il set a Stefano Brescia, nostro manager a cui tanto eravamo, anzi, siamo tutt’ora legati. Tutti questi aspetti hanno influenzato e reso irripetibile la performance”

Una collaborazione nata da un incontro virtuale su SoundCloud ben otto anni fa che ci incuriosisce già solo leggendone il nome, che a tal proposito ricorda un’intrigante formula alchemica.

Music Platform

Due personalità artistiche perfette per un concept come Music Platform. Come difatti gli stessi produttori affermano:

“Ci piace l’idea di trasformare la nostra musica e adeguarla a nuovi contesti ogni volta. I luoghi dei nostri show variano. Abbiamo sicuramente un feeling particolare con paesaggi naturali, fonte di ispirazione dei nostri lavori più onirici, come è accaduto per la performance nella Cava di Bauxite, ma amiamo anche l’idea di presentare la nostra musica nei dancefloor e club come accaduto lo scorso anno al Tresor di Berlino”

Principio che funge un po’ da manifesto anche di Music Platform. Infatti, il progetto itinerante invita l’utente ad osservare l’Italia in tutta la sua bellezza, ma soprattutto lo invita ad immergersi completamente in quelli che sono i suoni più assurdi e ricercati del territorio nazionale.

#dontloseyoursmile: una campagna per il sorriso di Stefano

Nel corso di questo appuntamento con Music Platform è stata presentata anche #dontloseyoursmile. La campagna lanciata da Mariapia Albanese, compagna di Stefano Brescia, è un’iniziativa a favore della Fondazione Maria Guarino Ozonoterapia ETS e di Il fondo di Giò ONLUS.

Il fine è quello di diffondere la pratica dell’ozono terapia e il sostegno alle famiglie nella lotta contro i tumori cerebrali.

Un obiettivo nobile, quasi quanto è stato il sorriso di Stefano che siamo sicuri rimarrà presente per sempre nei ricordi del clubbing italiano.