− four = 6

A vent’anni esatti dalla sua uscita originale “Music Sounds Better With You”, una delle tracce fondamentali della storia della musica elettronica e House in particolare, verrà rilasciata in versione rimasterizzata.

I grandi classici non invecchiano mai. O forse sì? A questa domanda sembra rispondere la notizia secondo cui la celebre traccia “Music Sounds Better With You” festeggia vent’anni con una nuova versione rimasterizzata.

Il leggendario pezzo venne composto nel 1998 da Stardust, band francese sciolta da anni che era composta da Thomas Bangalter, membro dei Daft Punk, Alan Braxe e l’inconfondibile voce di Benjamin Diamond.

In occasione del ventesimo compleanno della traccia, gli autori si sono ritrovati in studio per programmare la sua prima uscita in streaming. Riascoltandola, si sono accorti che il pezzo necessitava di qualche arrangiamento e di una rilavorazione che potesse rendere omaggio, oggi, al suo successo senza tempo.

Unica produzione del “misterioso” gruppo, la traccia fu una hit alla fine del anni Novanta ed ancora oggi uno dei brani House più conosciuti e ballati.

Tutti noi, infatti, abbiamo almeno una volta canticchiato il celebre ritornello:

“Oooh, baby

I feel like

the music sounds better with you…

Ma quali sono gli ingredienti della sua popolarità?

Innanzitutto un groove allegro e melodico, elemento fondamentale della House music e che qui nasce dal sampling della chitarra presente all’inizio della traccia “Fate” di Chaka Khan.

Il campionamento di soli tre secondi di questa canzone del 1983 ha reso “Music Sounds Better With You” il tormentone che oggi conosciamo. Questo non ci stupisce se pensiamo che dietro Stardust, vi è una delle due menti dei Daft Punk, le cui tracce sono da sempre influenzate da sonorità disco degli anni Settanta e Ottanta, oltre che da un’inconfondibile maestria nella tecnica del campionamento.

Infine, troviamo una voce calda che ripete parole quali “music”, “feel” e “love“, elementi cardine di tutte le produzioni di un genere, la house music, nato nei primi anni Ottanta a Chicago e poi esportato oltreoceano alla fine del decennio.

La traccia promuove, dunque, sentimenti fortemente positivi di pura energia, quasi di spiritualità, che sembrano ammiccare alle famose parole del padre fondatore dell’House Frankie Knuckles: “Per me è proprio come in chiesa”: la chiesa della Chicago tra gli anni Settanta ed Ottanta era il suo Warehouse, celebre locale da cui il genere musicale prese il suo nome.

“Music Sounds Better With You” nacque inizialmente come pezzo in vinile per dj, che iniziarono a suonarlo nei club. La radio, poi, contribuì a rafforzarne la diffusione popolare, soprattutto grazie a Pete Tong, che la trasmise per la prima volta per la stazione BBC Radio 1.

La scelta dell’etichetta di nicchia Roulé, un video particolarmente futuristico, un’unica esibizione dal vivo di un gruppo che si dissolse con la stessa velocità con cui si formò; questi sono altri elementi che contribuirono a rendere particolarmente misterioso, e quindi ancora più grande, il successo di questo pezzo.

A conferma del mistero che circonda la traccia da vent’anni a questa parte, non si hanno ancora notizie ufficiali sulla data di uscita della versione rimasterizzata.

Stefania Trinchero