− six = one

Parkett presenta Breakdown, produzione tratta da “The Art of Losing”, il secondo capitolo della trilogia “Mental Diary” firmata da Cora Novoa.

Dopo il primo atto rilasciato lo scorso novembre, la producer spagnola Cora Novoa ritorna protagonista delle cronache di settore con il secondo capitolo della trilogia “Mental Diary“, “The Art of Losing“.

Il disco, interamente composto con l’ausilio di strumentazione analogica, racconta il particolare momento di Cora Novoa, che ha iniziato questo suo peculiare percorso creativo ispirandosi al poema “One Art” della scrittrice statunitense Elizabeth Bishop.

Il disco, unisce sapientemente techno sperimentale, musica elettronica e ambient, un mix che da un lato esalta le performance live della stessa Cora Novoa e dall’altro permette alle produzioni di funzionare molto bene anche all’interno di un dj set prettamente dancefloor-friendly.

In questo senso Breakdown racchiude benissimo questi aspetti, risultando un’elegante mix di atmosfere elettroniche e tempo sincopato che si espande per tutta la durata della traccia.

Nonostante la nota nostalgica fornita dalla sezione melodica, Breakdown non perde in nessun momento la sua impronta techno-ambient, accompagnando gli ascoltatori all’interno di un viaggio che ha come protagonista un’altra dimensione.

Non dobbiamo dimenticare inoltre che “State of Mind”, altra traccia che compone questa seconda release della trilogia “Mental Diary”, è stata trasmessa nello spazio in occasione del progetto scientifico “Sónar Calling GJ273b“, attività con cui il festival catalano ha celebrato i suoi 25 anni di storia.

“The Art of Losing” uscirà in una speciale edizione su cassetta accompagnato da un poster che continua ed espande il tema grafico della precedente uscita, il primo dei tre tasselli che compone il “Mental Diary” di Cora Novoa.

Vi ricordiamo inoltre che “Mental Diary”, di cui vi proponiamo in anteprima Breakdown da “The Art Of Losing”, è stato presentato come opera al Tate-Modern di Londra e all’edizione di Montreal del Mutek festival.

Per tutte le informazioni sull’artista, vi invitiamo a visitare la sua pagina Facebook cliccando QUI e la sua web cliccando QUI.