seventy five − 73 =

In attesa dell’uscita di “Vibrazione”, prossimo EP a cura di D-Leria, lanciato dalla spagnola Non Series, ascolta in anteprima Dejavu.

Dopo il successo ottenuto dalla release in uscita su Avian, D-Leria torna a far notizia su Parkett con l’uscita di un nuovo EP. A questo giro però il produttore italiano debutta sulla label spagnola Non Series, capitanata da Psyk.

Si intitola “Vibrazione” l’EP e contiene al suo interno sei brani particolarissimi, che vanno ad arricchire il catalogo già discretamente corposo dell’etichetta.

Catalogo già arricchito da nomi come Dj NobuTadeoLuigi Tozzi Raffaele Attanasio. Non series è proprio una label tosta, così come il suo owner, che come abbiamo visto si occupa della selezione artistica con non poca meticolosità.

Ma cosa sappiamo di “Vibrazione”?

Non series Non series vibrazioneTracklist

  1. Esc
  2. Time Flies
  3. Dejavu
  4. Join The Tribe
  5. Nocturnal
  6. Contatto

“Vibrazione” è il frutto della trasmutazione del suono avvenuta attraverso la sintesi modulare. I toni oscuri e futuristici di ogni brano, danno vita a paesaggi desolati e scene allucinanti, nella mente dell’ascoltatore.

Ma a noi gli scenarari distopici fanno impazzire, perché ci prendono per mano e ci fanno passeggiare nella vera e propria musica techno. Musica senza pietà, senza contaminazione, pulita, spoglia di quelle sonorità pseudo trance che tanto vanno di moda negli ultimi anni.

“Esc”

In apertura dell’EP troviamo “Esc”, che più che un brano sembra una chiamata alle armi. L’energia sprigionata da questa traccia si sposta in funzione di una filtrazione progressiva e complessa su sintesi FM.

“Time Files”

Anche il secondo brano in scaletta segue un andamento stabile ed energico. Ciò che caratterizza questa traccia è la particolare introduzione di percussioni delicate e atmosfere che corroborano il carattere emotivo ambiguo del brano.

Inoltre, “Time Files” precede tre tracce molto simili tra loro, che appaiono all’ascoltatore come esercizi di ritmo tribale in cui colore e le texture sono derivate dai cambiamenti armonici con uno Sherman Filterbank.

“Dejavu”

Questa è la traccia che abbiamo scelto di farti ascoltare in anteprima assoluta sul nostro canale soundcloud ed è intitolata “Dejavu”. Cosa ci ha convinto a scegliere questo brano?

Forse la presenza di una 808 distorta con conseguente effetto devastante, oppure il fatto che chiudendo gli occhi questo brano riesce a portarci tra le mura dei club nordici, lasciando inghiottire nel buio assoluto la nostra immaginazione.

Chiacchierando col produttore abbiamo scoperto ulteriori dettagli sul brano che potrebbero essere molto interessanti. Tra questi, il fatto che il brano in questione è stato realizzato 6 anni fa, e nonostante ciò la sua attualità quasi ci disarma.

“Join The Tribe”

Mentre la traccia intitolata “Join The Tribe” si trasforma in una prova, un esercizio, che prende vita attraverso sonorità avvolgenti e l’uso del filterbank per creare una cacofonia di armoniche mutevoli e allenamenti tonali.

“Nocturnal”

“Nocturnal” è un’esperienza sonora trascendentale dove le percussioni fanno da padrone individuando per l’ascoltatore una fuga sonora dissociativa da realizzare con il supporto di groove e ripetizioni guidate da un campione tombak.

“Contatto”

L’EP si conclude con “Contatto”, un brano di puro synth che sale alla febbre intonazione come una catarsi rituale, rivelando lentamente l’intero spettro di frequenze, sonore ed emotive.

D-Leria dimostra ancora una volta di essere coerente con lo stile che ha abbracciato ormai anni indietro, riuscendo comunque ad adattarsi al gusto e a ciò che esige l’ascoltatore.

“Vibrazione” è in uscita su Non Series il 30 settembre. Intanto ti intiviamo a consultare la pagina bandcamp della label per pre ordinare il vostro vinile o il vostro digital pack.