49 − = forty three

 

Negli scorsi giorni Moodymann, al secolo Kenny Dixon Jr., è stato avvistato al Festival Movement di Detroit, andato in scena il 25 e 26 maggio, nell’atto di consegnare nelle mani, probabilmente di alcuni selezionati venditori di dischi presenti per l’occasione, al costo di 10 dollari, un certo numero di copie del suo ultimo cinque tracce.

Moodymann è uno di quei dj producer sulla cresta dell’onda da circa un ventennio, capace di reinventarsi attraverso il suo stile mai uguale a sé stesso, attraverso contaminazioni tra House, Techno, Minimal, Jazz, Soul, Funk, Drum ‘n’ Bass e tantissimo altro ancora.

Si chiama Sinner e sarà in uscita a partire dal 21 giugno prossimo sull’etichetta KDJIl video del primo singolo I’ll provide, caricato sul canale Youtube del musicista, è già disponibile.

Si tratta di una clip di 4.05 minuti di immagini piuttosto inquietanti in bianco e nero, ed in effetti sulla schermata iniziale compare l’avvertimento “alcuni spettatori potrebbero trovare inquietanti questi contenuti”.

Il filmato sembra scorrere sul nastro a tratti danneggiato di una VHS, un supporto video ormai desueto. Figure e scene degne di un horror moovie, tra zombie, braccia che fuoriescono dal soffitto e soggetti che indossano maschere spaventose e grottesche degne del famoso gruppo heavy metal Slipknot.

Il pezzo conferma lo stile eclettico e sperimentatore del dj di Detroit. Da un ritmo più sincopato, in linea con il contenuto del video, molto groovy, si passa ad un andamento più melodico.

Disponibile anche un file audio su SoundCloud.

Il nuovo EP, a giudicare dall’anteprima del nuovo singolo, pare non abbia nulla a che fare, stilisticamente parlando, con il lavoro, mai ufficialmente pubblicato e “untitled” di cui solo tre copie, stampate sotto etichetta Mahogani Music, erano state messe in vendita sul portale Discogs alla cifra, piuttosto elevata aggiungeremmo, di circa 500 dollari. Per quanto ne sappiamo ne è stata venduta una sola finora.