1 + six =

Rave, opera scritta nel 1998 dal tedesco Rainald Goetz, è stato finalmente tradotto in inglese.

Rave, il libro che racconta e descrive la scena techno tedesca degli anni ’90 sarà a breve disponibile anche in lingua inglese, grazie alla traduzione dello scrittore Andrew Nathan West. La sua opera di traduzione, che naturalmente conserva l’esplicativo titolo, verrà pubblicata Fitzcarraldo Edizioni e sarà acquistabile dal mese di Luglio di quest’anno.

Rave

Rainald Goetz con la sua opera offre un interessante spaccato della fulgida scena rave dei gloriosi anni ’90. Il libro inoltre, è parte di una serie composta da cinque libri in totale intitolata This Morning, tutta incentrata sulla scena rave del secolo scorso.

Da osservatore della realtà e grande fan del Dj Sven Väth, Goetz e i suoi scritti possono essere considerati a tutti gli effetti una documentazione più che valida su un fenomeno sociale discusso e spesso ostracizzato. C’è da dire però, che anche per quanto riguarda la nostra penisola vi sono stati contributi a tali discussioni. Ad esempio, nel 2006 fu pubblicato il libro di Andrea Benedetti, intitolato “Mondo Techno” .

Ancor prima, vale la pena ricordarlo, l’ex Ministro degli Esteri italiano Gianni De Michelis, grande amante delle discoteche e della vita notturna, si era cimentato in un’opera di documentazione delle piste nostrane. Il libro, attualmente quasi introvabile, si chiama “Dove Andiamo a Ballare Questa Sera” e, a detta di chi ha avuto la fortuna di leggerlo, si snoda attraverso dati, tabelle e considerazioni sociologiche, nonché dettagliate schede informative.

Queste ultime contengono i nomi dei DJ resident dei vari locali, informazioni di contatto, generi musicali, costo delle consumazioni al bar e degli ingressi, orari e giorni di apertura e descrizioni degli ambienti interni.

    rave

La letteratura sul meraviglioso mondo della musica elettronica e delle piste da ballo, unite ai movimenti nati spontaneamente anche fuori dai nostri  confini nazionali, è oltremodo vasta.

Tra tutti, vale la pena ricordare alcuni titoli, anche in via di suggerimenti per occupare costruttivamente il tempo libero. Per la scena rave inglese, suggeriamo il libro “Rave On” di Matthew Collin (qui alcune informazioni in più).

Rave

Ancora, e ritornando nell’ambito della Techno Music,  un prodotto molto interessante è “Electronic Landscapes”, raccolta fotografica che cerca di narrare il rapporto tra la città di Detroit e la Techno. Insomma, le letture e le opere rilevanti in questo ambito si sprecano e rappresentano un’ottima chiave di lettura per comprendere, in maniera più approfondita, il meraviglioso mondo delle notti in pista.