+ eighty six = 94

Robert Hood ha curato la sessantaseiesima uscita di DJ-Kicks, la celebre raccolta nata nel 1993 ad opera dall’etichetta tedesca !K7.

Robert Hood, il pioniere della Techno che, in qualità di membro di Underground Resistance, insieme a Mad Mike Banks e Jeff Mills, diede alla luce quella che tutti conosciamo come Detroit techno, firma dunque la prossima release di DJ-Kicks. L’uscita è prevista su LP, CD e digitale per il 16 novembre, mentre un’edizione in vinile 12’’ sarà disponibile quest’inverno.

Di seguito trovate la tracklist completa su CD:

01. Connected (Intro)
02. Robert Hood – Focus (DJ-Kicks)
03. Truncate – Terminal 5
04. Slam – Remain
05. Robert Hood – Clocks
06. Marcel Fengler – Thwack
07. Mark Broom – King (Gary Beck Remix)
08. Robert Hood – Greytype I
09. Robert Hood – Mirror Man
10. Stare5 – We Will Not
11. Gary Beck – Video Siren
12. Mark Reeve – Dice
13. Robert Hood – Bond Solid / Solid Thought / The Bond We Formed
14. Landside – Signs of Change (Robert Hood Remix)
15. Adrian Hour – Make You Feel Good
16. Ben Long & Tom Hades – The Knight Rider
17. Clouds – Chained to A Dead Camel
18. Hans Bouffmyere & Kyle Geiger – Inwards
19. Robert Hood – Machineform / Red Machine / Form
20. Robert Hood – Hall of Mirrors
21. Oliver Deutschmann – Confuzed
22. Matrixxman – Protocol

Qui invece la tracklist su LP:

A1 Robert Hood – Focus (DJ-Kicks)
A2 Truncate – Terminal 5
B1 Slam – Remain
B2 Stare5 – We Will Not
C1 Gary Beck – Video Siren
C2 Mark Reeve – Dice
D1 Landside – Signs of Change (Robert Hood Remix)
D2 Ben Long – The Knight Rider

Nella selezione dell’artista ritroviamo quattro sue tracce in esclusiva per DJ-Kicks, qualche sua rilavorazione di suoi precedenti lavori, insieme a produzioni di alcuni dei nomi sinonimi della techno più “nuda e cruda”, come quella del veterano Mark Broom, ma anche Matrixxman, Marcel Fengler e Truncate, tra gli altri.

Si tratta di un mix di pura techno, quella che, del resto, Hood ha inventato: una techno senza tempo, con un imprint minimal che ha saputo evolversi e confermarsi unico negli anni, ad emblema della sua crescita ed evoluzione come artista e produttore. Quella techno che il pioniere ha prodotto sulla sua etichetta M-Plant, ma anche su Tresor Records, Peacefrog e Dekmantel. Su quest’ultima, in particolare, nel 2017 è uscito il suo ultimo album “Paradygm Shift”, a conferma che, dopo oltre 25 anni, il Detroiter sa ancora stupirci con quei loop ripetitivi ma nello stesso tempo tanto equilibrati ed ipnotici da renderli la sua inconfondibile firma.

In questa uscita di DJ-Kicks troviamo, anche “Clocks“, traccia del suo EP uscito lo scorso maggio su M-Plant e che potete ascoltare qui sotto.