thirty − = 27

Il noto festival bolognese annuncia una seconda tornata di nomi che si aggiungono a quelli già presenti per un’edizione che si preannuncia molto interessante.

La tredicesima edizione del ROBOT festival si preannuncia imperdibile. Dopo l’annuncio dei primi artisti che vi parteciperanno, una nuova ondata di nomi ne svela la line-up completa. Infatti, la rassegna, che si svolgerà dal 5 all’8 ottobre di questo anno, “raddoppia”, proponendo live e dj set molto interessanti.

Tra i musicisti che integreranno il già ricco programma, non possiamo che fare a meno di notare la presenza di Laurent Garnier. Sempre dalla Francia arriverà Crystalmess, con la sua visione “hyper-urban” della musica. Saranno presenti anche gli ipnotici britannici Giant Swan, il compositore/producer ungherese Gabor Lazar e l’interessante incontro tra MC Yallah con Debmaster.

Agli artisti internazionali si aggiungeranno i nostrani Salò, con il loro collettivo di menti sovversive. Ma, anche Nziria, alter ego della napoletana Tullia Benedicta e Speaking Minds, già supportato da Garnier. Vi saranno, inoltre, le collaborazioni tra Daniele Fabris con la sassofonista Laura Agnusdei e il sound artist Riccardo La Foresta con James Ginzburg, annoverato tra i creatori della dubstep. Faranno capolino anche i bolognesi Carolina Martines e Flibalou, che “giocano” in casa.

A completare il tutto si aggiungeranno i già annunciati protagonisti di questa edizione, tra cui: Ben Frost, Caterina Barbieri, Lyra Pramuk, Loraine James, Skee Mask b2b con Zenker Brothers, TVSI b2b con Object Blue e gli iconici Miss Kittin & The Hacker.

Ad inaugurare il festival ci sarà lo “Scratch Party”, performance collettiva, prodotta da ROBOT e frutto della collaborazione tra il Conservatorio Giovan Battista Martini e l’Accademia di Belle Arti di Bologna, che lo ospiterà. Tra le iconiche location della città emiliana, non possiamo fare a meno di citare i suggestivi Oratorio di San Filippo Neri e Palazzo Re Enzo, in pieno centro. Gli altri dancefloor saranno disposti nei locali del TPO e del vicino DumBO, appena fuori le “mura”.

Per tutte le informazioni potrete consultare il loro sito ufficiale qui. Se vorrete venire al festival potrete acquistare i biglietti qui, tramite Dice.