Una Soma Track Series Project che sa di storia 1991. Glasgow. Stuart McMillan e Orde Meikle fondano la Soma Records Label. Sino ad oggi il duo, meglio conosciuto dal panorama mondiale come Slam, non ha mai smesso di essere all’avanguardia.

Dave Clarke, manager Soma Records dal 1993, in un’intervista per celebrare 20 anni di carriera: “Qualsiasi release è un evento speciale […] È la storia della musica elettronica”.
Ventisei anni di successi e collaborazioni con artisti di fama internazionale fanno si che l’etichetta discografica scozzese sia una garanzia per una buona performance di Djing e per gli ascoltatori più raffinati. I Daft Punk, che proprio da qui si videro pubblicato il loro primo EP di esordio, Funk D’Void, Silicone Soul, Joohn Tejada, Deepchord, Gary beck, Alex Smoke, Monoloc, Robert Hood, Harvey McKay, gli italiani Joseph Capriati, Ilario Alicante e Roberto Clementi, sono solo alcuni degli innumerevoli nomi che hanno scritto la storia di Soma.

Ad aggiungere un tassello a questo straordinario puzzle ci pensa anche il fondatore di Cajual e Relief Records: Curtis Alan Jones, aka Green Velvet. L’artista statunitense, classe 1967, ha infatti realizzato assieme a Slam “Take Your Time”, che entra a far parte, oltre che delle 500esima release pubblicate dall’etichetta discografica di Glasgow, della Soma Track Series Project Volume 7. Dopo il grande successo di “Machine Cut Noise”, album pubblicato nel 2016, in onore dei venticinque anni, e delle precedenti Series Project, il duo ritorna a far parlare di sé con un disco di qualità e degno di nota. Ha sempre regalato questo tipo di prerogativa al pubblico della scena musicale elettronica, sin da “Eterna” (prima release Soma Records firmata Slam nel 1991).
Su SomaRecords.com, sito ufficiale dell’etichetta, il duo scozzese afferma:

“La serie ha un format abbastanza specifico e pensiamo, a questo punto, di aver fatto quanto più possibile […]. Cade a pennello che stiamo chiudendo la serie con Green Velvet considerando che il suo precedente lavoro su Cajual e Relief è stato sin dall’inizio fonte di profonda ispirazione”.

Due importanti cardini della storia underground danno vita a un disco unico nel suo genere: un groove incalzante e sempre in ascesa, reso grazie ad una cassa ribattuta e a continue variazioni di ritmo. La voce, che si ripete sin dai primi minuti, crea movimento armonico, ed è sempre accompagnata da un ride in controbattuta con il kick, per scomparire poi circa a metà del pezzo e dare spazio ad una melodia propria del mondo Relief.

Un’alternanza, quindi, di suoni di batteria Techno, di voce e di melodia, che si accendono e si spengono in maniera improvvisa, e che rendono ogni singolo passaggio una variante rispetto a quello precedente e a quello seguente. Take Your Time è disponibile in versione digitale su Somarecords.com e su tutti i portali di distribuzione musicale dal 27 Novembre. L’incontro tra due personalità così forti nella scena elettronica internazionale non poteva che essere la conclusione perfetta per il progetto Track Series.
Tuttavia ci aspettiamo tante altre sorprese, a cui è difficile restare indifferenti, poiché ci include all’interno di un processo storico. Essere partecipi, mediante il “semplice” ascolto, di un movimento sempre teso all’innovazione, di una storia che se potesse raccontarsi da sé ci terrebbe col fiato sospeso per giorni interi. Gli Slam con il loro inesauribile lavoro, hanno creato un linguaggio musicale che, mediante parole e frasi composte da ritmi di batteria e melodie sempre aggiornate, ci narra del fascino e della maestosità del mondo elettronico in continua evoluzione.

Marco Ruspa