2 + four =

L’aeroporto Tegel di Berlino potrebbe presto trasformarsi in un super club.

Secondo il quotidiano berlinese Der Tagesspiegel, la Club Commission di Berlino (l’associazione di categoria che rappresenta i club berlinesi e ne tutela gli interessi) visiterà il mese prossimo l’aeroporto Tegel per formalizzarne la candidatura a nuovo complesso di club e location di festival della capitale tedesca.

L’iniziativa rientra nel più vasto programma di investimenti da parte dell’amministrazione locale volti a valorizzare e promuovere la scena clubbing berlinese.

Secondo gli esperti incaricati dall’amministrazione, le strutture dell’enorme complesso aeroportuale prossimo alla chiusura, quali la torre di controllo, gli hangar e gli spazi insonorizzati dedicati al test dei motori a reazione sembrerebbero ideali per la riconversione ad aree dedicate alla musica dance.

La proposta di trasformare l’aeroporto Tegel in un club rientra nei progetti volti a valorizzare il patrimonio culturale della scena techno berlinese e a riqualificare un area prossima all’abbandono non appena entrerà in funzione il nuovo hub di Berlino Brandeburgo, la cui inaugurazione ripetutamente rimandata sembra ormai imminente.

Recentemente, tuttavia, la società incaricata di portare a termine i lavori del nuovo Brandenburg Airiport ha chiesto un’integrazione di 770 milioni di euro come condizione per consegnare l’opera all’inizio del 2020.

Il progetto di riqualificazione che riguarda il dismesso Tegel risponde, inoltre, all’esigenza di dare una risposta diversa ai residenti contrari alla sua chiusura definitiva e al degrado a cui sarebbe inevitabilmente condannata la struttura, dopo il referendum dello scorso anno che ne avrebbe sancito la permanenza in funzione ma che rischia di rimanere disatteso.

Il sopralluogo della Club Commission di Berlino previsto per la fine del prossimo maggio è in parte anche una risposta ad una richiesta politica: secondo alcuni media locali, infatti, nel primo progetto le zone destinate al clubbing saranno quelle degli hangar mentre gli altri edifici industriali e le infrastrutture tecniche potrebbero essere idonee per le mostre e le performance di arte contemporanea.

L’amministrazione comunale di Berlino ha recentemente promesso uno stanziamento straordinario di un milione di euro per finanziare l’isolamento acustico dei numerosi club e location destinate al ballo che fanno parte del circuito artistico cittadino.

Al valore culturale della scena notturna berlinese è dedicato anche un film dal titolo Symphony of Now che uscirà nei prossimi mesi.