− three = three

Per tutti gli appassionati dell’acclamatissimo duo inglese The Chemical Brothers, Dicembre si preannuncia un mese più interessante che mai: proprio giusto in tempo per le festività natalizie, gli otto studio album verranno ristampati in vinile in edizione limitata.

Proprio ultimamente vi abbiamo dato l’occasione di fare un piccolo giro virtuale all’interno dello studio di produzione dei The Chemical Brothers, incredibile contenitore di una mole impressionante di apparecchiature, maniacalmente ordinate per categoria di strumento.

Qualora voleste rinfrescarvi la memoria, oppure molto più semplicemente non avete colto questa opportunità precedentemente e l’idea di perdervela una seconda vi rimane pesantemente sullo stomaco, vi rinviamo allo specifico articolo QUI.

Prima di questo, spendemmo qualche parola a commento di “Sometimes I Feel So Deserted”, il primo singolo estratto dall’ultimo LP intitolato Born in the Echoes, trasmesso in anteprima da Annie Mac su BBC Radio 1Quì per il rinvio al caso.

In gloriosi vent’anni di onorata carriera musicale, considerando il periodo 19952015, di album ne contiamo esattamente otto, in ordine: (1995) Exit Planet Dust, (1997) Dig Your Own Hole, (1999) Surrender, (2002) Come with Us, (2005) Push the Button, (2007) We Are the Night, (2010) Further, (2015) Born in the Echoes, già citato precedentemente.

Di questi, tutti, fatta solo eccezione per l’ultimo, verranno ristampati in edizione limitata e saranno disponibili a partire dal 9 Dicembre.
Per quanto riguarda invece Born in the Echoes, pubblicato nel Luglio dell’anno scorso, arriverà solo qualche settimana più tardi, dal 23 Dicembre.

L’intero cofanetto è in segno di celebrazione dei venti anni appena compiuti del duo.

La collezione verrà rilasciata da Astralwerks, label statunitense, newyorkese ad esser precisi, tra le cui vetrine sono passati artisti del calibro di Cassius, Basement Jaxx, Dimitri From Paris, Fatboy Slim, Phoenix, Tensnake e moltissimi altri ancora.