sixty eight − = 65

Dopo il disastro di Beirut, Impact Lebanon e The Other Side pubblicano un lavoro a sostegno del Libano a cura del maestro cileno Ricardo Villalobos.

Mai come in questo periodo estremamente particolare, molti di noi hanno bisogno di musica e buone sensazioni per svagare e liberare la mente dai mille problemi che attraversano la nostra società. I risvolti della pandemia in corso sembrano potrarsi nel lungo periodo e, sia in Italia che nel resto dei paesi europei, ci si prospetta sempre più un lockdown 2.0. A questo insieme di problemi cercano di rispondere le organizzazioni no-profit come Impact Lebanon.

In diversi articoli – clicca qui per approfondire – abbiamo cercato di mostrare come le diverse nazioni stanno cercando di rispondere a questo difficile scenario mondiale e, soprattutto, come i diversi enti preposti si stanno muovendo per sostenere il mondo del clubbing e della musica elettronica.

In tutto questo contesto spesso però molti si dimenticano anche di quelle realtà che, già prima della pandemia, stavano attraversando una situazione quanto meno complicata. Volete un esempio? Beirut: la città capitale del Libano è stata gravemente interessata nella scorsa estate da un episodio che ha segnato l’animo non solo di molti libanesi, ma anche della popolazione mondiale.

Il 4 agosto 2020 si è verificata una fragorosa esplosione nella capitale libanese: una bomba con una carica esplosiva pari a quella del quantitativo compreso tra 500 e le 1100 tonnellate di TNT è esplosa nella capitale. Per darvi un’idea di tutto questo vi basti sapere che la carica potenziale era pari ad un ventesimo della bomba atomica di Hiroshima del 1945.

Perchè vi stiamo dicendo tutto questo? La risposta è semplice: ancora una volta la musica è scesa in campo! L’agenzia no-profit Impact Lebanon – in collaborazione con The Other Side – ha intrapreso la realizzazione di un album i cui proventi saranno devoluti a sostegno di iniziative per aiutare la capitale afflitta dalla grave esplosione.

L’album “Impact Lebanon” (omonimo dell’agenzia no-profit) è stato pubblicato il 6 novembre da The Other Side: è composto da 14 tracce e sono presenti diversi artisti di rilievo tra cui Ricardo Villalobos, Maher Daniel, Alci, Sepp e Dragutesku.

Ecco in successione la tracklist:

01. Alci – Denayi
02. Costing RP – Tajo
03. Dragutesku – Muza
04. Più veloce – Surveyor
05. Guy From Downstairs – Coast To Coast
06. Lowris – Sauve
07. Maher Daniel – Wasted Liquid
08. Maher Daniel – Motionless ( Mandar Remix)
09. Maher Daniel – One Drop (Priku Remix)
10. Pîrvu – Ev – Uh – Nes – Uhnt
11. Pheek & Kike Mayor – Costa Verda
12. Ricardo Villalobos – Sauvage
13. Sepp – Cairnholm
14. SIT – Transit