ninety one − eighty six =

E’ finito in tragedia il Burning Man 2017 Festival: un uomo si lancia tra le fiamme durante il rituale in cui ogni anno si lascia bruciare un enorme struttura di legno simbolo del festival.

Vi avevamo parlato pochi giorni fa del Burning Man 2017, Festival tra i più attesi e chiacchierati dell’anno e si celebra ogni anno nel deserto del Nevada negli Stati Uniti.

La manifestazione suscita sempre scalpore e curiosità in quanto celebra la passione non di un singolo genere musicale ma bensì della musica in generale, ospitando i maggiori esponenti della musica in tutte le sue sfumature, dall’House fino alla Trap, passando per una molteplicità di generi di musica elettronica come Trance e Techno.

A rendere ancora più interessante il festival è la consuetudine di bruciare, come rituale ricorrente, un enorme struttura simile ad un fantoccio di legno con le sembianze umane. Ed è anche questa sorta di rito ad attrarre a sé persone da tutto il mondo. E’ giunta però ieri una notizia sconvolgente che lascia presagire che da quest’anno la manifestazione non sarà ricordata più con la gioia e l’emozione che di solito si associano ad un festival, ma bensì quest’anno il festival sarà ricordato con una certa tristezza.

Sabato 2 Settembre durante il rito che vede bruciare l’enorme pupazzo di legno, un uomo è riuscito ad eludere le misure di sicurezza gettandosi tra le fiamme, rimanendo in seguito ucciso nonostante il tempestivo intervento del personale di sicurezza.Burning Man Festival

Purtroppo non è il primo tragico epilogo che leggiamo di un festival. Negli ultimi anni si sono verificati sempre più incidenti in quelle che dovrebbero essere occasioni create per unire milioni di persone accomunate dalla stessa passione, come ad esempio – anche se differente per decorso e natura – la sparatoria al BPM Festival di gennaio. Il tutto ha decisamente dei toni drammatici, sapendo che qualcuno ha perso la vita in una manifestazione come questa.

Le circostanze che hanno portato l’uomo a compiere il folle gesto sono ancora sconosciute. Al momento si indaga sull’accaduto cercando testimonianze di coloro che si trovavano nei pressi del luogo, o di coloro che avessero legami con l’uomo. Per ora non vi è ancora nessuna informazione saliente.

Ci auguriamo che l’accaduto non interferisca con il corso del festival nelle sue prossime edizioni, e che questa non debba essere l’ultima edizione da ricordare. Dopotutto, sarebbe ancora più triste firmare in questo modo la fine di una manifestazione che fa sognare il mondo dal 1986.