fifty eight − fifty five =

Vestax ha presentato pochi giorni fa il suo nuovo mixer analogico interamente fatto a mano, Hou-ou PHOENIX. La prima cosa che salta all’occhio però in questo caso non è il design o la circuiteria all’avanguardia, ma è il prezzo: ben 10.000 $.

Se ne era sentito parlare nel lontano 2016, quando la Vestax aveva annunciato di volerlo lanciare sul mercato: ma a parte una breve apparizione come prototipo al BPM del 2018, del Hou-ou PHOENIX non se ne era avuto più notizia.

Perchè un prezzo così alto? Rispondono dalla Vestax: “E’ un mixer progettato interamente da zero, con comandi comodi da usare, esteticamente bello e con caratteristiche tali da potersi adattare a qualsiasi uso”. Quindi, oltre alla manodopera altamente specializzata e alla componentistica, sembrano esserci novità anche riguardo la circuiteria.

Il mixer dispone di 4 canali, che supportano 3 ingressi phono e 9 ingressi di linea, con un canale microfonico indipendente, funzione di send-return stereo e funzione di master loop.

Ognuno dei 4 canali ha un controllo per il trim, un controllo del panning LR e un equalizzatore a 3 bande di alta qualità, progettato da zero e testato più volte per verificarne la sua efficacia. Inoltre, il fader verticale ideale da 60 mm è integrato per offrire un solido controllo della curva di volume.

Ultimo ma non ultimo, la sezione del canale master: dalle prime foto del Hou-ou PHOENIX rilasciate dalla Vestax si vede chiaramente un isolator eq, per la gioia dei puristi, e un controllo di enhancement, che a detta dell’azienda servirà per dare omogeneità e un colore analogico ai propri mixati.

Per qualsiasi informazione o curiosità, Vestax ha creato una mailing list dove poter essere aggiornati sul prodotto e sulla disponibilità. La morale è:  se non siete andati in vacanza quest’estate e vi sono avanzati 10.000 $ sul comodino, un pensiero lo farei.