six + two =

L’etichetta vuole essere un tributo allo storico club di Detroit nel trentesimo anniversario della sua chiusura.

Il Music Institute è stato un club fondato a Detroit nel 1987 da Chez Damier, Alton Miller e George Baker. Sebbene aperto per soli due anni, questo club ha fatto la storia della musica techno, rendendo famoso il genere e la scuola di Detroit e ponendosi come un punto di riferimento insieme ad altri club leggendari; pensiamo al Paradise Garage di New York per il genere garage ed il Music Box o Warehouse di Chicago per la musica house.

In occasione del trentesimo anniversario della chiusura di questo club monumentale, Alton Miller, uno dei suoi padri fondatori, ha pubblicato un LP chiamato “Next Generation” per la nuova label Music Institute, onorando l’eredità del leggendario club.

Guardando la copertina del disco, è chiaro che la grafica rievochi e rimandi alla fine degli anni ’80, quando il club vedeva tra le sue file resident del calibro di Derrick May, D-Wynn e Kevin Saunderson. Nonostante siano passati trent’anni dalla chiusura, Miller è certo che lo spirito con il quale è stato fondato l’intero movimento sarà preservato e portato avanti nel futuro.

Lo stesso Miller afferma :

“Il Music Institute è sempre stato vicino alla bellezza, potere e spirit della musica e del ballo come comunione di persone. I giovani artisti  che sono ora sulla scena mondiale non sono tanto diversi da come eravamo noi, sempre alla ricerca di musica e modi per esprimersi. Questo è lo spirito guida di questa etichetta con lo scopo di riempire il vuoto lasciato e di spingere le nuove generazioni a lasciarsi trasportare da questi fondamenti.”

“Next generation” non è solo un regalo per i nostalgici della techno delle origini, ma vuole essere anche il manifesto di un movimento culturale che tutt’oggi è ancora vivo ed attuale.

Il vinile in formato 12 pollici è già disponibile ed è possibile pre-ascoltarne i brani QUI.

Tracklist :

A1 Inner 5
A2 Inner 7
B Inner 8