seventy four − sixty eight =

Immergiamoci per qualche minuto con “Blank Tape” in una realtà che lentamente prende sempre più piede nelle produzioni più sperimentali e underground, quella del mondo delle etichette discografiche e dei produttori che fanno uscire i loro lavori su audiocassetta.

Pubblicato da The Vinyl Factory, lo short film “Blank Tape” realizzato da Sam Campbell e Sonal Katrina porta alla luce l’esistenza di una realtà ancora di nicchia ma sempre più presente nelle produzioni di musica elettronica, una realtà che vede alcune delle migliori etichette underground, registrare i propri progetti su audiocassetta. Label come Sacred Tapes, Tesla Tapes, Astro:Dynamics, Warp e distributori come Bleep utilizzano a volte questo supporto. Il formato resta per ora ancora attaccato ad una piccola area riservata di appassionati, ma col passare del tempo sembra stia vivendo (speriamo) una sorta di risveglio commerciale, sia per la qualità del suono e la velocità di produzione, ma sicuramente anche per il fascino che ha sempre trasmesso.

Oggetto indispensabile per gli amanti di musica dagli anni 70 in poi, la musicassetta fu immessa sul mercato nel 1963 dalla Philips, la quale ne detiene la produzione da oltre 50 anni. Questo affascinante oggetto costituito da un nastro magnetico racchiuso in un involucro protettivo in materiale plastico, deve essere ascoltato attraverso un supporto fonografico. Molto diffusa dalla metà degli anni settanta vede purtroppo il suo declino con l’avvento del CD, per sparire quasi completamente agli inizi degli anni duemila.

Oggi scopriamo che sempre più spesso produttori sperimentali e d’avanguardia cercano il rilascio di musica attraverso canali periferici come questo. Il progetto United Cassette per esempio, nasce come movimento che cerca di spingere sempre di più verso il rilancio di questo supporto e al quale collaborano centinai di etichette indipendenti sparse per il globo; come 3rd & Debut Records, Z Tapes e moltissime altre. L’organizzazione creata da Filip Zemčík mette addirittura a disposizione una mappa in cui è possibile contattare la label che usa questo formato più vicina a te.

 

Stefano Grossi