+ 25 = thirty

Gli appassionati di musica sono pronti a premere rewind e fast forward: il mercato delle cassette è tornato e fa registrare un nuovo record di vendite nel Regno Unito.

Le vendite di cassette in Gran Bretagna, infatti, segnano un boom del 400% negli ultimi cinque anni, giustificato anche dal fatto che ormai anche gli artisti più popolari hanno ricominciato a pubblicare i propri album su nastro per soddisfare la richiesta del mercato dei collezionisti.

Il ritorno della bobina magnetica è dimostrata anche dalla ripresa delle linee di produzione dei tape player e dei walkman da parte dei più importanti marchi dell’industria dell’alta fedeltà, pronti a far ripartire meccanismi analogici fermi ormai da decenni.

Per dare un’idea del fenomeno e del suo impatto anche sul mercato delle novità musicali basti pensare al fatto che è saldamente al comando della classifica inglese del formato a cassetta “Golden”, il “glitter “album in edizione limitata di Kylie Minogue.

Tutti pensavano che l’avvento del CD avesse segnato la fine inesorabile del nastro a cassetta; ciononostante, se da una parte i segnali per il ritorno del vinile erano già chiari ed evidenti da tempo, il “revival” del formato a cassette era tutt’altro che scontato.

cassette

I dati recentemente pubblicati dimostrano che gli appassionati sono alla ricerca di  esperienze d’ascolto vintage ormai dimenticate: le vendite di nastri, infatti, sono aumentate del 408% negli ultimi cinque anni con una progressiva rinascita del formato nostalgico, principe delle classifiche degli anni ’70 e ’80,  trainata in modo preponderante dalle limited edition di album classici per il mercato dei collezionisti.

Non a caso l’album della Minogue in cassetta ha debuttato direttamente al numero uno nella classifica ufficiale di aprile scorso.

Seppur significativo, questo nuovo trend che rafforza il segno positivo anno dopo anno , ha avuto finora un impatto residuale sul mercato discografico nel suo complesso, riguardando soltanto una quota inferiore al 1% delle vendite complessive.

cassette

cassette

Un’indagine condotta dall’Official Charts Company (OCC), l’organizzazione britannica che si occupa di stilare settimanalmente le 44 classifiche musicali ufficiali del mercato inglese, ha rivelato che più di 18.500 copie in formato cassetta sono state acquistate dall’inizio di quest’anno relativi ad oltre 80 release pubblicatesu nastro.

Nello stesso periodo dell’anno scorso erano stati acquistati in UK soltanto 9.753 nastri (a fine 2017 il numero di cassette vendute si è attestato a 22.000).
Un dato in sostanza raddoppiato rispetto ai dodici mesi precedenti e di ben 6 volte superiore a quello del 2013 quando il numero di nastri venduti si era attestato a 3.640 esemplari.

Cifre record quelle del mercato inglese dalle quali non si discostano quelle delle vendite negli USA dove le cassette vendute nello scorso anno sono state 174.000.

Nonostante il dato che rappresenta l’inversione di tendenza definitiva verso la ripresa del mercato analogico, le vendite sono ben lontane dalla vetta inarrivabile che il nastro magnetico registrò nel 1989, quando 83 milioni di cassette furono vendute nel solo Regno Unito.

Dopo Golden, il secondo album più venduto sul nostro del 2018 finora è la colonna sonora di Guardians Of The Galaxy – Awesome Mix 2, subito tallonato da “Wildness”, l’ultimo di Snow Patrol mentre al quarto posto ci sono i Thirty Second To Mars con “America”.
A completare la top five c’è “Resistance Is Futile”, l’ultimo album dei Manic Street Preachers.

Tra le altre novità di quest’anno che compaiono nella Top 20 list in formato cassetta ci sono anche “Tranquility Base Hotel & Casino” di Arctic Monkeys, “Palo Santo” di Years & Years e “Cool Like You” di Blossoms, mentre lo studio album più datato in classifica è “In Black” degli AC/DC, pubblicato originariamente nel 1980 e ristampato in cassetta per l’ultimo Record Store Day.

Il prossimo 13 ottobre è in programma, inoltre, il Cassette Store Day 2018 (CSD), la sesta edizione della manifestazione fondata nel 2013 dalle etichette indie britanniche Sexbeat, Suplex Cassettes e Kissability.

L’elenco delle 57 release per il Regno Unito e delle oltre 100 per il mercato americano è già disponibile sulla pagina ufficiale dell’evento.

Martin Talbot, della Official Charts Company, ha dichiarato in una recente intervista: “Abbiamo già assistito a un’impennata delle vendite di vinile e sembra che le cassette stiano vivendo qualcosa di simile“.

Sebbene le vendite rimangano in una quota sostanzialmente bassa“, ha aggiunto il portavoce della OCC, “è da notare come gli appassionati di musica del Regno Unito abbiano già acquistato nel 2018 un numero di cassette pari a quello 2017 e quasi quattro volte superiore ai livelli di 3/4 anni fa

Guarda il documentario di Vinyl Factory dal titolo “Blank Tape: Electronic Cassette Culture”.