eight + two =

Kieran Hebden aka Four Tet pubblicherà un nuovo lavoro con Madlib: un messaggio in diretta YouTube svela il progetto.

Il 23 ottobre 2020 è stato annunciato da Kieran Hebden (a.k.a. Four Tet) un nuovo disco in collaborazione con Madlib, al secolo Otis Jackson Jr: questa particolare amicizia musicale è nata nel lontano 2005 quando il collettivo Madvillain – composto da MF DOOM e da Madlib – rilasciò il Four Tet Remixes EP.

Chiunque si sia approcciato a Kieran Hebden deve constatare il suo essere irriverente. Anche per l’annuncio di nuovi lavori, Four Tet si conferma certamente poco convenzionale. Per il DJ londinese questo 2020 è stato sicuramente un anno ricco: a marzo è stato rilasciato Sixteen Oceans, annunciato mediante il suo canale twitter – leggi il nostro articolo per approfondire. Dopo soli due mesi pubblica un ulteriore EP con diverse altre canzoni. Inoltre nelle scorse settimane l’artista di origine britannica ha annunciato un album in collaborazione con Madlib, di cui sapremo molto altro nel prossimo futuro.

Sicuramente la soglia di attenzione nei confronti di quest’artista è molto alta: ma chi è veramente Four Tet? Del suo progetto artistico avevamo già parlato, eppure il titolo di eclettico – da noi attribuitogli – non è casuale. Considerando le grande preparazione musicale (per nulla scontata fra i DJ) non possiamo che rimanere affascinati: interessante l’uso di sintetizzatori e drum machine nei dj set proposti. Questo porta su un livello superiore l’esperienza musicale di chi ascolta: attraverso Four Tet il consumatore percepisce non solo la musica come suono, ma ne vede materialmente la sua produzione.

Siamo di fronte ad un DJ che propone live set? Non proprio. Non stiamo parlando di assoluta improvvisazione come nel caso di KiNK, piuttosto Four Tet offre una possibile evoluzione del classico dj set: alla semplice miscelazione vengono aggiunte percussioni, linee di basso e melodie.

Senza nulla togliere a chi persegue la strada maestra del djing tradizionale, questa nuova formula potrebbe essere il vero salto qualitativo dei dj set, offrendo uno spettacolo sempre nuovo e diverso a seconda della situazione e del temperamento del dancefloor.