7 + one =

Era nell’aria da un po’ di tempo ma sembra che ora sia fatta per un film d’animazione incentrato sui Gorillaz. La produzione sarà affidata a Netflix.

L’annuncio è arrivato pochi giorni fa in un’intervista di Radio.com a Damon Albarn, la mente musicale dietro la band virtuale inglese, nonché frontman dei Blur, il quale ha rivelato che il film sarà ‘astratto‘ e verrà realizzato durante la seconda stagione di Song Machine.

I Gorillaz, infatti, hanno da poco pubblicato l’album “Song Machine: Season One – Strange Timez”, il primo di una nuova serie di dischi che ha visto collaborazioni di alto livello come di Robert Smith dei Cure, di Elton John, Slowthai e gli Slaves, di St. Vincent e molti altri, tra cui il compianto Tony Allen.

vedi anche: Addio a Tony Allen, leggendario batterista afrobeat

“Beh, dovremmo fare un film mentre stiamo facendo la seconda stagione (di Song Machine [NdR]). Abbiamo firmato contratti, abbiamo iniziato sceneggiature e cose del genere. Fare un film animato che sia astratto è un grande rischio per uno studio cinematografico perché sono molto costosi.”

Queste le parole di Damon.

Astratto nel senso che il lungometraggio non parlerà di come è nato il progetto Gorillaz, con personaggi fisici, ma delle storie fittizie dei 4 componenti del gruppo usciti dalla matita del fumettista Jamie Hewlett. I protagonisti quindi saranno i membri immaginari della band Russel Hobbs, Murdoc Niccals, 2-D e Noodle e le vicende dovrebbero seguire lo stile delle loro videoclip.

“Abbiamo un accordo per fare un film con Netflix. Immagino che dovremo finire la seconda stagione (di Song Machine [NdR]) e ci sarà tempo per poter finalmente rilasciare il film dei Gorillaz. Incrocio le dita.”

Non è la prima volta che i Gorillaz provano a fare un film. Gia nel 2003 stavano lavorando a Celebrity Harvest ma il progetto non andò a buon fine per divergenze artistiche. Poi fu la volta di una serie animata nel 2017, ma neanche quella ebbe seguito. Questa, grazie a Netflix, potrebbe essere quella buona quindi anche noi incrociamo le dita.

Anche perché Demon Albarn si è esposto molto dicendo che la produzione sarà all’altezza nientepopodimeno che dello Studio Ghibli di Hayao Miyazaki che ha fatto sognare milioni di appassionati con le sue animazioni.

Staremo a vedere.