forty eight − = 39

Il prossimo ospite del progetto “Song Machine” sarà il cantante dei The Cure Robert Smith.

Nato a fine gennaio 2020, Song Machine è un progetto musicale ed artistico ideato dalla celebre band britannica Gorillaz. Si tratta di una serie audiovisiva a cui hanno collaborato importanti artisti di fama internazionale come il rapper Schoolboy Q con il singolo “PAC MAN”, Fatoumata Diawara con “Désolé”, e il bassista dei New Order Peter Hook con “Airies”. L’obiettivo dei Gorillaz è quello di creare una vera e propria serie musicale con ospiti diversi l’uno dall’altro in modo da creare delle produzioni uniche ed estremamente originali.

Come annunciato sul proprio profilo Twitter qualche giorno fa, il nuovo ospite di Song Machine sarà Robert Smith. Il frontman della band inglese The Cure ha accolto con entusiasmo la proposta dei Gorillaz, dando vita ad una collaborazione che connetterà il sound post-punk anni ’80 dei Cure a delle sonorità più moderne come quelle proposte dal gruppo di Notting Hill.


Fondati nel 1976 da Robert Smith, i Cure sono uno dei gruppi rock che hanno fatto la storia del ventesimo secolo. Caratterizzati da uno stile alternativo, tipico della new wave di allora, i Cure hanno dominato per anni la scena rock mondiale grazie a dei successi intramontabili come gli album “Standing on a Beach” o “The Head on the Door”. Nel 2019 sono entrati ufficialmente nella Rock and Roll Hall of Fame, l’ennesimo successo di un’incredibile carriera che li ha visti vendere più di 28 milioni di dischi e vincere 14 dischi di platino con 7 album diversi.

I Gorillaz nascono nel 1998 dal musicista Damon Albarn e il fumettista Jamie Hewlett. Capolavori come “Stylo”, “Clint Eastwood” o “Feel Good Inc.” sono valsi al gruppo la vetta delle classifiche di tutto il mondo, ed ancora oggi sono uno dei gruppi più apprezzati nel panorama internazionale.

Giunta al sesto atto, la serie “Song Machine” avrà altri 4 episodi con ospiti ancora sconosciuti, nonostante numerose voci diano ormai per certa la collaborazione con la band australiana Tame Impala. Oltre all’aspetto musicale, i Gorillaz hanno dato grande importanza alla parte visiva dei singoli, realizzando degli straordinari videoclip che mescolano il classico stile cartoon ad uno stile più urban.

Potete trovare tutte le puntate di “Song Machine” cliccando qui.