sixty two − 53 =

Ascolta in anteprima un estratto di “Good Night Human Pride”, il primo disco con il quale Luciano Lamanna battezza Dystopia Core. La nuova label capitolina.

Approda a Roma il prossimo 25 ottobre Dystopia Core, la label battezzata da Luciano LamannaFigura chiave della scena underground italiana e protagonista del nostro Internal Selection 019.

La prima release è intitolata “Good Night Human Pride” e sarà un’uscita in vinile e digitale. L’EP racchiude tre original mix e un remix di D. Carbone (che abbiamo incontrato anche in occasione dell’uscita di “Paradise Beats” e “Hippos Athanatos”).

Track List:

A1- DYSTOPICA ROBOTICA

A2 – DYSTOPIAN WAR MARCH

B1- DOING DRUGS

B2- DOING DRUGS (D.CARBONE REMIX)

Luciano Lamanna

Come richiamato dall’artwork stesso del disco, “Good Night Human Pride” è un lavoro discografico che vi stupirà per il suo sound apocalittico.

Cassa dritta che colpisce dritta al petto e ritmiche che caratterizzano l’EP con un mood molto vicino a quello degli anni 90.

In effetti Luciano Lamanna riesce sempre attraverso un disco, a trasportare l’ascoltatore un passo indietro nel tempo o dall’altra parte dell’Europa per fare un salto nella cultura gabber.

I tre original mix prodotti da Luciano e la rivisitazione di “Doing Drugs” di D. Carbone si sposano perfettamente con il profilo della nuova etichetta, intenta a promuovere industrial e harcoretechno.

L’EP è in uscita il 25 ottobre 2019 sul canale Bandcamp della label, ma in anteprima solo per i nostri lettori è possibile ascoltare “Dystopica Robotica” attraverso il nostro canale SoundCloud.

Dystopia Core: un progetto firmato Dystopia Store

A ideare questo nuovo progetto il team di Dystopia Store. Attività presente a Roma dal 2018 nella quale è possibile acquistare vinili, accessori e abbigliamento dallo stile un po’ rétro.

Ma di tanto in tanto abbiamo visto anche qualche amico a passare due dischi nell’interno stesso dello store.

Abbiamo visto entrare a gamba tesa nel panorama discografico italiano la prima uscita del team capitolino. Scegliendo di offrire già subito due artisti dal percorso artistico molto interessante, che riuscissero a rendere unico questo primo EP.

Un biglietto da visita davvero audace che di sicuro aiuterà a diffondere subito la notizia di questa nuova etichetta discografica appena arrivata in città.