fifty nine − = fifty one

Verrà distribuito il prossimo mese l’album “Building Bridges” del tedesco Move D che includerà artisti come Fred P, Thomas Felhmann e Reagenz.

Col suo stile inimitabile, una deep house calda, elegante e dai particolari raffinati, avvolta in un design quasi artiginale, Move D esce con un otto nuove tracce tutte da scoprire.

Il nuovo lavoro discografico verrà distribuito da Aus Music, etichetta londinese gestita dal fondatore di Simple Records Will Saul e Ninja Tune. Al suo interno saranno presenti collaborazioni stellari, che colpiranno dritto al segno come si evince dai nomi.

Parliamo dei newyorkesi D Man, artista dalla ultra ventennale carriera, e Fred P, dj producer “futurista” e introspettivo.

In una traccia compare anche Magic Mountain High, progetto live di David Moufang in collaborazione con Juju & Jordash (chitarra e piano).

Poi anche Reagenz, con Jonah Sharp, nato artisticamente come batterista jazz, diventato poi dj producer dal profilo molto particolare; infatti inserisce nelle sue produzioni elettroniche incursioni dal sapore ancora jazz con strutture ritmiche elaborate.

Otto tracce, davvero coinvolgenti e tutte al di sopra dei sette minuti, in equilibrio tra la deep house, la dub techno e la disco, in un livello artistico e un gusto estetico davvero molto elevati, visti i contributi presenti in questo album.

La titke track viene selezionata dal produttore tedesco e dal genio artistico di Fred P in diversi dj set, da sei mesi a questa parte. È possibile infatti ascoltarla su SoundCloud al minuto 3:38:00 nel live eseguito al Tresor di Berlino.

Le tracce di Building Bridges sono dispinibili su Bleep, vi basterà un click proprio quì.

Tracklist

  1. Cycles
  2. Innit feat. D Man
  3. Dots
  4. Magic Mountain High – Tiny Fluffy Spacepods
  5. Dusted Links
  6. Reagenz – One Small Step feat. Thomas Fehlmann
  7. Move D & Fred P – Building Bridges
  8. Perpetual State (feat. the poem “Alles Ist Eins” by Thorn Hoedh)

Move D