12 − eight =

In seguito al successo riscosso dall’incontro tra la leggenda house Parris Mitchell e Nina Kraviz con “Feel My Butterfly” ecco un nuovo progetto remix, già acquistabile, che include Jamie Jones, Radio Slave e molti altri.

Da quel viaggio a Chicago, Illinois, dove Nina Kraviz visitò la label indipendente Dance Mania, la DJ di Irkutsk era tornata con “Feel My Butterfly”, collaborazione tra lei e il grande producer house Parris Mitchell, ma anche tra l’etichetta americana e la Snatch! RAW di Riva Starr.

Dopo neanche un anno eccoli riapparire insieme, ma questa volta remixati da alcuni dei volti più noti della dance music moderna. Partendo da Jamie Jones, passando per Dance System e DJ Deeon e finendo con Radio Slave e DJ Slugo.

Nel mentre, anche le due case discografiche rinnovano la loro cooperazione, con ottimi risultati in termini di pubblico.

Il disco, disponibile unicamente in vinile ed in formato digitale, si chiama semplicemente “Feel My Butterfly (Remixes)”. Lo abbiamo ascoltato ed è un distillato di acid house in cui alcuni elementi dell’ original mix a volte vengono tolti a volte rielaborati, come la voce di Nina che distingue il suo stile e che viene modulata, tagliata e utilizzata in modi differenti nelle quattro diverse tracce.

TRACKLIST

LATO A
A1. Parris Mitchell vs. Nina Kraviz – ‘Feel My Butterfly’ (Jamie Jones
omaggio a Aaron Carl Remix)
A2. Parris Mitchell vs. Nina Kraviz – ‘Feel My Butterfly’ (Dance System
e DJ Deeon Remix)

LATO B
B1. Parris Mitchell vs. Nina Kraviz – ‘Feel My Butterfly’ (Radio Slave
Remix)
B2. Parris Mitchell vs. Nina Kraviz – “Feel My Butterfly” (DJ Slugo
Remix)

Si inizia con il produttore gallese Jamie Jones che omaggia il compianto Arron Carl con un groove alla ‘Down‘ che ce lo riporta alla mente. Poi DJ Deeon, pioniere di Chicago in squadra con Dance System aka James Connolly, attacca il beat con una cassa dritta in 4/4 facendo diventare la delicata DJ siberiana un robot dalla voce metallica.

Radio Slave, invece, adotta un approccio più techno dando dei colpi ben assestati, tagliando il vocal della Kraviz in un modo funzionale al suo ritmo incalzante. Mentre la rielaborazione finale di DJ Slugo punta tutto sulla voce ipnotica di Nina spogliando la traccia di tutto il superfluo.

Solo una cosa è sicura di questo nuovo progetto: sono quattro tracce pronte per essere ballate sotto cassa!

Link per l’ acquisto.