nine + one =

Il DJ e produttore spagnolo scopre il suo lato più borderline. Avremo il piacere, tra non molto tempo, di ascoltare “Acceptance”: alcune esplorazioni del gigante della Techno Oscar Mulero che ci condurranno in un viaggio introspettivo tra le sfumature oscure del suo suono.

Ormai, le orecchie degli ascoltatori di musica Techno si stanno abituando sempre di più a sonorità fuori dal comune. Non è una novità, infatti, che molti degli artisti di una Techno che vuole mantenersi in un certo senso “di nicchia” siano affascinati dai lati più sperimentali delle sonorità del genere, anche se pur sempre con un occhio di riguardo per quelle che sono le caratteristiche archetipiche della Techno stessa, musica dalle tinte proverbialmente oscure, ripetitive e ipnotiche.

Artisti dal grande calibro e caratterizzati da timbriche prevalentemente cupe, come Monoloc, Giorgio Gigli, Kanding Ray, o Lucy, per citarne alcuni tra gli esempi più disparati, hanno già sperimentato questo tipo di atmosfere che sembrano aver dato il via ad lungo percorso che oggi domina lo scenario underground.

Arriviamo così al produttore madrileno Oscar Mulero, artista che dalla fine degli anni ‘80 sa farsi valere in console per la sua bravura tecnica e per la ricerca costante nel proporre sempre musica di qualità innegabilmente alta. Vanta release su etichette quali Mord Records, Token Records e Tresor Records.

Non solo un ottimo artista da studio, ma anche un raffinato DJ che può esibire sul suo
taccuino presenze costanti in locali come Berghain, Tresor, Fabric fino al leggendario
New World di Madrid.

Mulero ha già preannunciato quale sarà la data di rilascio di “Acceptance”, EP che uscirà su Semantica Records, label spagnola che nel proprio roster può esibire artisti di varia provenienza, non solo da un punto di vista geografico ma anche e soprattutto come inclinazioni e poetica: da DJ di prima fascia come Marcel Dettman, Rødhåd, passando per Etapp Kyle, SHXCXCHCXSH, Eduardo de la Calle, Cassegrain, fino ad arrivare ad Abdulla Rashim, Blazej Malinowski, Acronym, Varg, Domenico Crisci e letteralmente decine di altri nomi.

Il 18 Gennaio 2018, dunque, usciranno le sei tracce che comporranno “Acceptance”. Ancora non si hanno indizi o assaggi di questo lavoro, ma per i più curiosi che non riescono ad attendere, sarà possibile trovare qualche estratto di queste sei tracce nel suo nuovo audiovisual concept chiamato Monochrome.

Ancora una volta fascino, sensibilità e innovazione per Oscar Mulero, che ci mostra un lato più introspettivo della sua musica, pur mantenendo il suono dark che lo rappresenta.

Lorenzo Saraga