two + eight =

In anteprima per Parkett ‘Functional 004’, traccia di Ritzi Lee contenuta nell’ultima release della Prophet Recordings. Siete pronti a genuflettervi sotto le note di ‘Ritual Act II’?

Come ogni tribù anche quella della notte ha i suoi riti. La danza incessante sul dancefloor, un certo abbigliamento, il fatto che finché il dj non mette l’ultima noi non ce ne andiamo in pace. Ecco, da oggi, o meglio da qualche tempo, gli adepti della techno hanno anche un’ etichetta di riferimento: la Prophet Recordings.

La Prophet Recordings è una giovane label italiana che si sta prendendo il suo spazio, pure quello metafisico, infondendo nel suo progetto quelle sonorità mistiche, dub, a tratti acide, verso un suono sci-fi, che non dimenticano le radici Detroit, ma ci ipnotizzano.

Creata per la necessità di esprimere musica techno senza filtri, l’ etichetta è giunta alla sua nona release con Ritual Act II, un Various Artists che uscirà il 22 giugno 2020. Sedici tracce di artisti diversi, provenienti da varie parti del mondo, uniti dalle stesse buone vibrazioni.

Prophet Recordings

Anche i nomi delle tracce sono molto evocativi e suggestivi, come Valhalla di Oblivian, la potente Ascension di Irshad Hussein, ma oggi vi presentiamo in anteprima la n.14 Functional 004 del producer di Amsterdam Ritzi Lee.

Il DJ olandese crea e suona musica techno da oltre 22 anni. Ma è soprattutto dopo il lancio della sua label Underground Liberation che ha riscosso maggior successo, esibendosi all’Awakenings, all’ADE e nei più grandi festival a supporto di gente come Jeff Mills e Dave Clark.

Ha guadagnato così una bella reputazione, anche come produttore. Artisti del calibro di Marcel Dettmann, Ben Klock, Luke Slater (che ha appena compiuto 52 anni) suonano suoi brani. Molto interessanti sono, inoltre, le sue uscite sull’ etichetta di Ben Sims, la Theory Recordings.

Leggi anche: Time Traveler è pronto a presentare il prossimo album su Pls.Uk

Prophet Recordings

TRACKLIST – Ritual Act II (Prophet Recordings)

02. Booz – Polaris

03. DJ Surgeles – The Dementors

04. Echologist – Platform

05. Fixon – Mala

06. Giri – Obbre

07. Irshad Hussein – Ascension

08. Jokasti Nek – Sub Verbal

09. Mari Mattham – Charlie

10. Michal Jablonski – On Own Beach

11. Oblivian – Valhalla

12. Oliver Rosemann – Schergen

13. Ricardo Garduno – I Never Was A Pleasant Being

14. Ritzi Lee – Functional 004

15. Stanislav Tolkachev – After a while

16. Szmer – Flamingo

Tutte le tracce sono mix originali masterizzati da Tema Mastering eccetto quelle di Fixon, Ricardo Garduno e Jokasti & Nek, che le hanno automasterizzate.

Per maggiori informazioni:

Bandcamp: www.prophetrecordings.bandcamp.com
Facebook: www.facebook.com/ProphetRecordings