Il prossimo sabato, 14 gennaio, una serata con “El Rey” Ricardo Villalobos al Tenax di Firenze.

Ricardo Villalobos sarà ospite di Nobody’s Perfect, evento previsto per sabato 14 gennaio al Tenax di Firenze. Il prezzo d’ingresso per godersi lo spettacolo è di 25, 30 e 35 €, e l’apertura delle porte è prevista per le 22:30.

E’ indiscutibilmente, lo si ami o lo si odi, uno degli artisti più particolari della scena techno e house mondiale. Discusso e osannato, è comunque un personaggio innovatore, con le sue sperimentazioni micro-house e le sue lunghissime tracce minimaliste. E’ stato variamente definito, nel tempo, con curiosi epiteti, come “il funambolo del giradischi” o “lo sciamano della consolle”. Comunque lo si voglia etichettare, Ricardo Villalobos come artista vanta un rapporto quasi spirituale con chi ne apprezza le doti e lo stile. Spesso sperimentatore anche in consolle, sprezzante del pericolo anche nella possibilità di spiazzare a qualche ascoltatore persino in contesti “enormi” come i festival, Villalobos è uno che senza troppi problemi si prende la responsabilità di rischiare e proporre sfide. E probabilmente è amato anche per questo.

Una delle sue più belle dichiarazioni, che potrebbe essere didascalica della sua stessa personalità, dice che

“La musica lega fra loro persone diverse per cultura e credo religioso, e questo contribuisce a rendere il mondo un posto migliore […] Quando la gente balla o ascolta musica, l’odio svanisce.” 

La sua è una storia particolare: di origini cilene, è nato nel periodo della dittatura di Pinochet. All’età di tre anni ha lasciato Santiago del Cile ed è fuggito in Germania. Lì è cominciato tutto, la sua vita musicale. In Europa è partita la sua ascesa fino alle vette del mondo della musica elettronica. Ha cominciato negli anni ’80 a fare musica guadagnandosi presto una residency al Box Club di Francoforte. Negli anni ’90 la svolta: 1995 è l’anno in cui ha conosciuto i magici lidi di Ibiza, divenuta subito la sua seconda casa. In questa fase, attraverso l’amicizia/sodalizio con Sven Väth, suona all’Amnesia nei party della Cocoon Recordings. E’ il periodo d’oro, molto prolifico in termini di produzioni, rilasciate con Perlon, Cadenza, Playhouse Recs, ECM, Assemble Music, Raum Musik e non ultimo con la sua Sei Es Drum, fondata nel 2007.

Ad aprire le danze in casa Tenax sarà Cole. All’interno del clubbing fiorentino, Cole è un volto noto, spesso affiancato ai DJ di calibro internazionale, approdando ad eventi e venue come la la Winter Music Conference di Miami, il Sankeys di Ibiza, il Goa Festival di Madrid e il Club Der Visonäere di Berlino.

tenax

No more articles