twenty four + = 34

Dal 16 al 18 giugno la città di Barcellona ospiterà il Sónar Festival, uno degli eventi musicali più importanti del pianeta. Ecco quali saranno le esibizioni da non perdere dell’edizione 2022 secondo la redazione di Parkett.

Il Sónar Festival è alle porte e anche noi non vediamo l’ora di tornare a Barcellona e di ascoltare gli artisti che si esibiranno sui palcoscenici del Sónar by Day e del Sónar by Night. Come spesso avviene quando ci confronta con line up di questa portata, è difficile scegliere a quale live o dj set dare la precedenza, rischiando di perdere di vista la proposta globale che il Sónar Festival offre. Essendo il Sónar infatti, una delle realtà più all’avanguardia della musica elettronica mondiale, abbiamo approfondito per voi l’intera line up, selezionando le performance che secondo noi saranno gli highlights del festival.

Paranoid London Live – Sónar by Day, 16 Giugno

Paranoid London

Gerardo Delgado e Quinn Whalley sono un duo con all’attivo decine di produzioni e innumerevoli esibizioni in tutto il globo. Con il progetto Paranoid London propongono un suono elettronico minimale, spaziando dalla techno all’house, un sound che si arricchisce delle contaminazioni provenienti dalla matrice britannica per eccellenza, quella acida-analogica, e dal background punk-new wave dei suoi interpreti. Il live act che presenteranno al Sónar vedrà anche la presenza di Mutado Pintado, cantante della band post-punk Warmduscher, di Josh Caffe e i visual di Bob Jaroc.

LSDXOXO Live – Sónar by Day, 17 Giugno

LSDXOXO

Uno degli slot più interessanti della programmazione pomeridiana del venerdì, quella del Sónar by Day, è senza ombra di dubbio quello riservato al live di LSDXOXO. Originario di Philadelphia ma cresciuto musicalmente a Brooklyn, LSDXOXO ha portato una ventata di aria fresca all’interno della scena techno internazionale. Il suo stile ruvido e la sua proposta squisitamente dancefloor-oriented prenderanno per mano il pubblico del Sónar Hall già nelle prime ore del pomeriggio. Provare per credere.

Venus X – Sónar by Night, 17 Giugno

Venus X

Nata a Washington da madre domenicana e padre ecuadoriano, Jazmin Venus Soto è una figura eccentrica che nei suoi set unisce forme e contaminazioni completamente distinte che spaziano dalla musica all’arte, al mondo della moda. Con un piede nell’universo pop e l’altro nella musica elettronica, la performance irriverente e imprevedibile di Venus X al Sónar by Night sarà un’ottima opzione per muovere i primi passi nella serata di venerdì.

Moderat – Sónar by Night, 17 Giugno

Moderat

Vi abbiamo dato l’annuncio del loro ritorno sulla scena e abbiamo ascoltato il loro ultimo album in anteprima per voi (QUI). Li abbiamo aspettati, li abbiamo desiderati e, finalmente, dopo qualche anno di stop, ripartono da dove li avevamo lasciati: il palco del Sónar Club. Apparat e Modeselektor sono tornati insieme per un nuovo lavoro discografico che sarà supportato da un tour mondiale; è inutile nasconderlo, saranno proprio loro gli ospiti più attesi della nottata.

Tiga & Hudson Mohawke present Love Minus Zero – Sónar by Night, 17 Giugno

Tiga & Hudson Mohawke

Ci troviamo davanti a un progetto che si distingue per la forza dei propri interlocutori. Le strade di Tiga e Hudson Mohawke si sono incrociate nel 2020, quando hanno deciso di pubblicare tramite il profilo Bandcamp di Mohawke Love Minus Zero, traccia manifesto della nuova collaborazione. L’incontro di queste due personalità ha dato vita a un approccio diverso dei due verso la musica, un approccio che merita di essere approfondito durante la prima nottata del festival.

Avalon Emerson- Sónar by Night, 17 Giugno

Avalon Emerson

Se dovessimo fare all inn e puntare tutte le nostre fiches su uno dei closing act del Sónar by Night (day one), non credo avremo la minima esitazione nello scegliere Avalon Emerson come cavallo vincente. Abbiamo avuto il piacere di ascoltarla in diverse occasioni, rimanendo ogni volta sorpresi dalla sua energia e dalla sua interpretazione del djing. Per questo motivo la riteniamo una certezza, e lo sarà sicuramente una volta che salirà sul palco del Sónar Lab per chiudere la prima nottata del festival catalano.

Nu Genea live band – Sónar by Day, 18 Giugno

Nu Genea

Massimo Di Lena e Lucio Aquilina sono due artisti che hanno riscosso un grande successo nel mondo della notte dei primi anni 2000. Successivamente, hanno approfittato del tramonto del clubbing “vecchio stile” vedendolo come un’occasione per intraprendere un percorso di ricerca musicale sfociato nello studio delle proprie origini: un viaggio verso i territori della Nuova Napoli. Nuova Napoli è stato infatti (a nostro modesto parere) uno dei migliori dischi del 2018. Ora, dopo l’uscita del loro terzo album, Bar Mediterraneo, siamo davvero curiosi di ascoltare la band al completo suonare dal vivo su uno dei palcoscenici più autorevoli del globo.

The Chemical Brothers – Sónar by Night, 18 Giugno

Chemical Brothers

Sui Chemical Brothers c’è poco da dire: sono tra i padri fondatori dell’elettronica e vantano una carriera di successi trentennale. I lavori dei Chemical Brothers sono stati fondamentali per dare una dimensione completamente differente alla musica, passando dai club alle chart televisive. Con i Chemical Brothers la musica elettronica diviene parte integrante della cultura pop, consolidandosi così tanto nella quotidianità da entrare nei media, nei negozi, nei videogame, nei supermercati e, più in generale, da essere consumata e conosciuta da persone di tutte le età e provenienze.

Batu – Sónar by Night, 18 Giugno

Batu

Frenetico, sperimentale, di stampo squisitamente inglese, il set di Batu potrebbe candidarsi a forza come uno dei più curiosi e attesi della serata. La sua irregolarità, la sua visione musicale non binaria, il suo essere un produttore e un label manager fuori dagli schemi, lo rendono una personalità davvero affascinante. Collocandosi a metà strada tra techno e elettronica, Batu si sta facendo notare per la personalità e la solidità della sua selezione, qualità che lo hanno portato a esibirsi nelle consolle più ambite del circuito, Sónar incluso.

Folamour: Power to the PPL – Sónar by Night, 18 Giugno

Folamour

Il Sónar By Night è un’occasione imperdibile per gli artisti che vogliono presentare al grande pubblico i loro lavori: questo è proprio il caso di Folamour e del suo show audiovisuale. Gli amanti delle sonorità che spaziano dal soul fino all’house music più canonica potranno godersi un’esperienza a 360º e giungere alle prime ore del mattino accompagnati dai ritmi caldi ed esotici del talento lionese.

Helena Hauff – Sónar by Night, 18 Giugno

Helena Hauff

Una certezza sotto vari aspetti. Helena Hauff è un’artista che ama arricchire le sue performance con contaminazioni frutto di una grandissima ricerca e di un diggin accurato, quasi maniacale. La sua proposta si caratterizza per il dialogo costante tra la forte componente techno e l’ispirazione post-punk e EBM che la accompagna sin dai tempi della sua prima residency ad Amburgo. Pioniera dell’underground moderno, è la musica che parla per lei. Quello di Helena Hauff infatti sarà sicuramente un set da non perdere, un’esperienza musicale che vale la pena di essere vissuta almeno una volta nella vita anche per chi non ama la techno (e non esiste stage migliore del Sónar Lab per farlo).