− five = five

Lo comunica la sorveglianza sanitaria locale: in un evento organizzato lo scorso 25 Giugno presso l’Hard Rock Hotel di Ibiza con 1263 persone non ha avuto luogo nessun contagio.

 

Un’estate abbastanza insolita: il mondo della musica da un lato aspetta ancora il via libera per gli eventi di massa. Dall’altro lato, i festeggiamenti per gli eventi e successi sportivi seguiti agli Europei di Calcio lasciano una scia di perplessità agli addetti ai lavori  i quali si esprimono in iniziative di protesta quali #liberidiballare di cui abbiamo parlato in un precedente articolo.

L’impegno delle organizzazioni di eventi per dimostrare ai Governi che si può ripartire a divertirsi in sicurezza si concretizza in diverse iniziative anche con il supporto di enti di ricerca come il caso del progetto Restart19 condotto nell’agosto 2020.

Un nuovo test pilota è stato effettuato presso l’Hard Rock Hotel di Ibiza nella serata del 25 giugno. All’evento  hanno preso parte 1263 persone, per lo più professionisti del settore con vaccinazione totale e delle quali 393 hanno ricevuto un test antigenico precedente. Nell’ambito dell’evento rimane l’obbligo della mascherina con la possibilità di rimuoverla solo  per bere.

L’associazione Ocio de Ibiza in carico di questo test ha dato seguito alla prova con un sondaggio tra i partecipanti, in particolare quelli sottoposti a test antigenico, per verificare che questi non abbiano avuto alterazioni particolari del lor ostato di salute.

Il manager dell’associazione José Luiz Benitez si è dimostrato soddisfatto dei risultati affermando con soddisfazione che questo test dimostra la sicurezza nella riapertura dei nightclubs a patto che tutti i protocolli di salute e sicurezza siano seguiti in modo rigoroso.
L’ottimismo del manager è ancora più grande vista l’imminente riapertura degli eventi in Spagna (prevista per il 26 Luglio) e si rileva dalle sue parole:

“Il nostro obbiettivo è di essere conformi alle richieste del Governo. Sappiamo che il divertimento che segue le regole sarà molto più sicuro dei party illegali e dei botellones”.  

Si aggiunge così un’altra dimostrazione di ripartenza in sicurezza, attendendo nuove direttive dal nostro Governo.