− two = two

Il mondo del djing sta per cambiare per sempre? Forse sì, grazie all’ultima versione di Virtual DJ 2021 appena rilasciata da Atomix Production.

Era il 1996 quando la Atomix Production prendeva vita e contribuiva a creare la nuova era del djing digitale. Grazie al suo celeberrimo software di punta, Virtual DJ, ha aiutato e continua ad aiutare generazioni e generazioni di DJ, velocizzando e migliorando il missaggio, facendo registrare più di cento milioni di download in giro per il mondo.

Ora quelli di Atomix si sono spinti oltre, esaudendo uno dei sogni di tutti i DJ: la possibilità di separare nelle varie componenti (vocal, kick, bass, hi-hat, ecc.) qualsiasi traccia in tempo reale.

Questa innovazione apre le porte a nuovi tipi di mixaggi, mash-up e remix creativi, tecnicamente impossibili prima sulla piattaforma. Ad esempio, molti producer o performer che andavano alla disperata ricerca delle sole tracce audio a cappella o instrumental di un brano, mediante questa funzione di Virtual DJ 2021 non dovranno far altro che attivare o disattivare i singoli Stems dal mixer MIDI o eventualmente dai pad, tramite la nuova modalità Pad Stems.

Inoltre le nuove forme d’onda offrono una visione più chiara della traccia, in questo modo è possibile vedere con facilità i ritmi e la voce evitando frame che si scontrano e raggiungendo transizioni perfette.

Tutto ciò è reso possibile da algoritmi che sfruttano la potenza dei computer moderni, unita alle tecnologie più avanzate e, anche se la qualità al momento non è da studio discografico, stiamo sempre parlando di una versione iniziale che, nel tempo, potrà essere ancora migliorata ed implementata.

Il software Virtual DJ è sempre gratuito per uso non commerciale, mentre prevede un abbonamento a 19 dollari mensili per un uso professionale.

Vedi : Scarica gratis “Klockdown” il nuovo singolo di Ben Klock

Altro fatto interessante è che contemporaneamente Algoriddim ha rilasciato il proprio software di equalizzazione e separazione del segnale audio in grado di de-mixare qualsiasi traccia, Djay Pro AI. Questo utilizza il Neural Mix, che consente di isolare ritmi, voci e strumenti in tempo reale, ma solo sui dispositivi iOS più recenti, visto che usa il chip Bionic Apple A12Z.

Per ulteriori informazioni su Virtual Dj 2021 consulta il sito www.virtualdj.com.

Dal digitale all’analogico. Leggi anche: Melloo: a Firenze la prima pizzeria che accetta pagamenti in vinile