96 − ninety =

Dall’idea di Jessi Vincent nasce Wax Material, il primo store di vinili mobile che rifornirà la città di Londra e i suoi clubs.

Jessi Vincent è una ragazza londinese che ha sempre avuto un sogno nel cassetto: aprire un negozio di dischi. La sua passione per la musica ed in particolare quella per il vinile, l’hanno spinta a creare qualcosa di unico nella sua città.

Qualcosa che fino a poco tempo fa non si era mai visto: un negozio di dischi su ruote chiamato Wax Material. Un qualcosa di impensabile e quasi folle, considerando che c’è chi preferisce cercare musica seduto comodamente e dal pc, utilizzando piattaforme che permettono di scaricare musica in digitale come Beatport, a costi anche decisamente minori rispetto al vinile.

Fortunatamente però, da qualche anno la passione per la ricerca, la qualità del suono che il vinile garantisce, è tornata. Ed è tornata più forte che mai facendo registrare nel 2016 il picco di vendite negli ultimi 25 anni.

Ma da dove nasce l’idea di realizzare Wax Material? A detta di Jessi, da sempre appassionata di musica e di vinili, l’ispirazione è venuta durante un viaggio da Londra verso il Waha Festival, in Romania, in compagnia di un suo amico.

Un’avventura entusiasmante, un viaggio di quattro giorni in cui Jessi è stata costretta a dormire anche in quell’auto, che le ha fatto davvero capire quanto il suo sogno fosse realizzabile.

Fu proprio lì che decise di comprare il furgoncino. Da quel momento e per la durata di 3 mesi, Jessi ha lavorato alla realizzazione di Wax Material per ben 10 ore al giorno, realizzando il suo sogno.

All’interno del furgoncino infatti, troviamo una quantità immensa di dischi da selezionare e ascoltare con cura grazie a 2 giradischi Technics 1200, una vera oasi per i digger.

Un qualcosa di simile, l’avevamo già vista a Berlino, grazie ai “The Ghost”, due ragazzi berlinesi che girano col loro furgoncino e si posizionano fuori ai club vendendo dischi di ogni genere, difficilissimi da trovare.

Negli anni il loro furgoncino è stato riconosciuto come sinonimo di qualità, attirando l’attenzione di grandi scavatori di musica come Ricardo Villalobos e Francesco Del Garda fra i tanti, che puntualmente si fanno un giretto nel loro store mobile per scavare fra cartoni pieni di dischi da suonare in giro per il mondo.

Questa è l’ambizione di Wax Material, già partner del Gottwood Festival che si è tenuto in Galles dal 6 al 10 giugno e che ha visto esibirsi artisti e grandi predatori di vinile come Craig Richards, Nicolas Lutz, Dj Stingray, Dj Tennis, Shanti Celeste, Margaret Dygas, Sonja Moonear e proprio i The Ghost.

I prossimi appuntamenti? Un programma radio con cadenza mensile, e tanti festival in cui troveremo lei ed il suo splendido furgoncino.