fifteen − thirteen =

Theo Parrish ha pubblicato il suo nuovo progetto presentando una versione di Dego e collaborando con artisti internazionali come il gruppo Hiatus Kaiyote.

L’artista house  americano che abbiamo recentemente incontrato in occasione della sua performance al Basic Club di Napoli, è nato a Washington ma risiede a Chicago.

Arriva dall’altra parte del mondo la notizia del suo nuovo progetto chiamato “What You Gonna Ask”  in cui emerge  (a 360°)  lo stile inconfondibile del musicista.

Partendo dall’idea di ricreare una nuova dimensione “sperimentale” Parrish , in questo nuovo extended play,  ha deciso di regalare un nuovo sound e nuove vibrazioni electro-soul style.

All’interno si potranno ascoltare singoli che il musicista ha creato con l’ausilio di collaborazioni  internazionali  come Lori (alias Laura Christoforidis), Silentjay (che ha pubblicato un EP collaborativo su Rhythm Section) e tre membri del popolare gruppo neo-soul Hiatus Kaiyote, Simon Mavin, Perrin Moss e Paul Bender.

Sempre all’interno dell’ EP si potranno trovare due versioni della stessa traccia resa famosa da Dego: sul lato A ci sarà una sua nuova versione mixata da Parrish, mentre sul lato opposto, si può trovare la versione originale.

Nel 2019 , Sound Signature,  ha pubblicato un CD con vari singoli di successo remixati  come In-Patience , di Julion De’Angelo, ed ha collaborato ad un EP di DJ Kemit, Carl McIntosh e Kai Alcé chiamato “Digital Love (Remix)”.

Ricordiamo che Theo Parrish ha creato diversi progetti musicali importantissimi come il “The Rotating Assembly” collettivo in cui collaborano attivamente :  Genevieve Marentette, Karen Bosco, Maat Lo, Dummnie Deporres, Colton Weathersby, Rick Wilhite e molti altri.

Vi invitiamo ad ascoltare la clip creata da Theo Parrish, Lori, Silentjay, Perrin Moss, Simon Mavin e Paul Bender’s, grazie al player posto proprio quì sotto.

È per gli amanti del noto produttore, consigliamo la lettura delle 10 tracce fondamentali firmate da Parrish che potrete leggere attraverso un nostro articolo, scritto un po’ di tempo fa.