thirteen − 8 =

L’italianissimo Lorenzo Senni ha ufficialmente firmato per la celebre etichetta londinese Warp Records.

L’artista milanese Lorenzo Senni, tra i più interessanti talenti nazionali degli ultimi anni, è entrato così a far parte di un roster nutrito e di altissima qualità, che vede tra i componenti Aphex Twin, Squarepusher, Autechre, Boards of Canada, Flying Lotus, Nightmares on Wax, Luke Vibert e moltissimi altri.

La notizia è stata data sul sito ufficiale della label, accompagnata dall’annuncio di una serie di esibizioni di Senni tra Nord America ed Europa nelle prossime settimane, proprio in occasione della firma con Warp Records: il 14 e il 24 ottobre porterà il suo live show ai party Red Bull Music Academy rispettivamente di Glasgow e Montreal, il 27 ottobre sarà all’Umbrella Factory di New York, il 6 novembre alla giornata conclusiva del festival Club To Club di Torino (i cui ticket sono acquistabili qui), in occasione della giornata sostanzialmente a tema Warp Records, e il 10 e 19 novembre si esibirà durante degli eventi su invito al negozio LN-CC di Londra e al Dude Club di Milano.

Lorenzo Senni arriva da un lungo periodo di grandi soddisfazioni; già fondatore di un’etichetta personale, la Presto!?, nel 2012 ha pubblicato sulla Editions Mego di Peter Rehberg l’album “Quantum Jelly“, risultato essere uno degli album migliori di quell’anno per critica e successo e definito dall’artista come “un incredibile decostruzione del suono e della cultura rave negli anni 90, soprattutto trance e hard techno, analizzando con attenzione le sue parti costitutive per il riutilizzo in un contesto molto diverso, con la ripetizione e l’isolamento come concetti chiave”.

Nel 2012 Lorenzo Senni ha poi rilasciato su Boomkat Editions “Superimposition“, altro album che ha avuto grande successo, considerato la naturale prosecuzione di “Quantum Jelly”. Inoltre, sulla sua etichetta, la sopracitata Presto!?, hanno pubblicato, nell’arco degli ultimi otto anni, artisti del calibro di DJ Stingray, Florian Heckert, Palmistry, Gabor Lazar, Evol e moltissimi altri.

In questo video Lorenzo Senni parla di Oracle, il suo progetto di live show.

Alberto Zannato