sixty six − = fifty six

Markantonio, artista tra i più influenti della scena techno napoletana, ci regala in esclusiva il pre ascolto della traccia “Otto”, contenuta nel nuovo Ep “Neapel” in uscita su EI8HT Records.

Markantonio è tornato. L’artista partenopeo uscirà il prossimo 30 settembre su EI8HT Records, label fondata da Eats Everything ed Andres Campo con sede a Bristol. Il progetto discografico rispecchia la grande capacità del dj napoletano di distinguersi nella scena elettronica da oltre vent’anni con la sua personalità artistica sfaccettata e brillante.

Dall’inizio della sua carriera, iniziata e consacrata sullo sfondo del Vesuvio, Markantonio ha saputo interpretare un filone musicale originale, eclettico e allo stesso tempo legato in maniera incondizionata alla scena napoletana. La così detta TechNapoli (ne abbiamo parlato qui) , è riuscita ad esportare il proprio sound oltre i confini nazionali, imponendosi tra i movimenti più interessanti in Italia.

Il prossimo lavoro è proprio un tributo al grande amore di Markantonio ossia Napoli. “Neapel” è un Ep di quattro tracce dense di quell’energia e di quel calore respirato dal disck jockey napoletano. Dagli esordi a fine anni ’90 nei migliori club cittadini ai successi internazionali con label del calibro di Drumcode, Sleaze Records ed Unrilis, la strada di Markantonio ha costruito nel corso di questi vent’anni un equilibrio perfetto tra suoni acid e melodie frizzanti.

L’artwork dell’Ep rappresenta il caratteristico numero otto, raffigurato attraverso due cornicioni di pizza, per riprendere il tema d’ispirazione anche a livello grafico.

Ci piace pensare che il numero otto intrecciato possa rappresentare anche il segno dell’infinito, a rimarcare la profonda presenza all’interno dell’Ep di tutti gli elementi presenti nella discografia di Markantonio, rappresentanti ciascuno un momento differente nella sua incessante evoluzione artistica.

L’Ep si apre con la traccia “Right There” , una hit energica che attraverso kick e sharp hats introduce l’ascoltatore in una dimensione clubbing old school. Si prosegue con “Professor” , track che prosegue sulla stessa lunghezza d’onda attraverso clap nitidi e voci deformate. Torna a galla l’innata capacità del sound di Markantonio di fluire naturalmente, intricando ogni elemento dentro una griglia perfettamente concepita.

Il terzo brano è “Otto”,  di cui potete trovare il pre ascolto sul nostro canale Soundcloud.

 

 

“Otto” è strutturata tra linee di synth vorticose e trascinanti che prendono il sopravvento su voci ipnotiche schiacciate e oppresse da percussioni che dettano un ritmo costante ed incontenibile. Un brano ispirato da un senso di frenesia, che riesce a ordinare attraverso elementi sapientemente calibrati un caos irrisolto. Entropia tradotta in tagli netti e scuri, che delineano anche lo sviluppo del brano in chiusura “Neapel”.

Il risultato porta la firma indelebile e riconoscibile dell’artista che in vent’anni di carriera è riuscito ad esplorare nuovi universi, senza mai mancare di fedeltà a se stesso. Un cittadino del mondo, con lo sguardo verso nuovi orizzonti ed il cuore a Napoli. Buon ascolto!