eighty four + = eighty seven

Giovedì 19 inizia il Namm 2017, anche l’Italia gioca la sua partita con il non più nuovissimo brand Mixars nato in casa RCF.

Due nuovi prodotti del nuovo brand italiano Mixars saranno presentati al NAMM 2017, che si aprirà domani ad Anaheim in California.

Il Mixars Primo è, per l’appunto, il primo prodotto annunciato per la fiera di quest’anno è il controller per Serato DJ.

Il Mixars Primo è un controller 2 canali completamente ingegnerizzato e progettato in Italia per Serato DJ, è dotato di due jog capacitive con display interno e capacità di scratch a bassissima latenza.

Sotto le jog troviamo una touch strip per navigare rapidamente nelle tracce (sullo stile dei cdj top di gamma Pioneer), sulla parte superiore di ogni jog invece troviamo una sezione effetti completa e dedicata al canale stesso. Al di sotto delle JOG invece troviamo 8 pad che possono essere utilizzati per impostare gli hot cue oppure per utilizzare il campionatore, l’effetto roll o l’effetto slicer.

Mixars Primo include inoltre una sezione mixer reale nel centro del controller: è possibile collegare due ulteriori fonti esterne sia con segnale line (mediaplayer o altro) sia con segnale phono (Giradischi).

E’ inoltre dotato di uscite audio bilanciate su XLR ed è il primo controller con un ingresso AUX sul pannello frontale.

E’ DVS ready per cui basterà acquistare la licenza Serato DVS per utilizzare i giradischi in modalità timecode senza schede audio aggiuntive.

mixars

Il secondo prodotto annunciato da Mixars è il mixer Quattro.

Questo mixer segue la linea iniziata lo scorso anno con i mixer Uno e Duo che va a completarsi con un mixer 4 canali club standard. In questo mixer troviamo ben 16 pad multifunzione e multicolore, 8 per parte. Possono essere utilizzati per il sampler di Serato, per gli autoloop, per l’effetto roll oppure per impostare i cues delle tracce.

Sul Mixars Quattro troviamo una classica impostazione a 4 canali con equalizzatore a 3 bande ma al centro troviamo un quinto fader dedicato esclusivamente al sampler. Ogni canale ha il suo filtro dedicato e può essere effettato tramite l’effettiera che troviamo in basso a destra.

Troviamo sul pannello superiore due connessioni USB per collegare e configurare due computer separatamente per uno switch immediato senza salti audio fra due DJ che si danno il turno ed utilizzano la stessa tecnologia. Il mixer è inoltre dotato di un circuito di send/return per l’utilizzo di effetti esterni o altri processori. Manca la classica connessione XLR per il microfono superiore che è stata riportata sul pannello posteriore, e non c’è la connessione aux sul pannello superiore. Il mixer è certificato Serato DVS per cui non è necessario acquistare una ulteriore licenza per usarlo in DVS: basterà collegare i giradischi e mettere su i vinili timecode.

mixars

Potete trovare sul sito ufficiale Serato una scheda riassuntiva delle specifiche di ognuno dei due strumenti.

Il Controller Mixars Primo sarà in vendita dalla prossima primavera a 599€ mentre il Mixer Mixars Quattro sarà in vendita a 1499€ .

Alessandro Cocco