− six = three

Oggi per MyZone vi presentiamo Ingrid, giovane talento della scena techno italiana e co-owner di ØPress Recordings.

Nata nel 1991 in un piccolo paesino della provincia di Vicenza, Ingrid è una degli astri nascenti della techno Made in Italy. Ingrid ha da sempre la musica nel sangue, e proprio per questo motivo la sua passione si manifesta già da bambina. Inizia acquistando e collezionando i primi dischi a solo 14 anni; prosegue interessandosi al mondo del djing e viene successivamente rapita definitivamente dai suoi adorati Technics con i quali sperimenta i primi mix.

Una passione, un talento ed una determinazione fuori dal comune portano Ingrid sulle console del Veneto da giovanissima. La svolta arriva con la prima data al celebre Alter Ego di Verona, storico club scaligero che ogni anno ospitava importanti artisti internazionali.

Con il passare del tempo, Ingrid colleziona date sempre più rilevanti anche fuori dall’Italia, condividendo la console con artisti come T78 e FormatB al Lake of Love Festival in Ungheria. Durante queste incredibili esperienze, ha un’ulteriore conferma (se mai ne avesse avuto bisogno) sul fatto che la musica può e deve diventare la sua vita. Come le piace ricordare, non è stata solo lei a scegliere la carriera musicale, ma è stata la musica stessa a sceglierla come ambasciatrice in tutto il mondo. L’essere artisti è un privilegio ed un onore per pochissime persone. Esserlo con la stessa passione e coinvolgimento emotivo di Ingrid, è un valore aggiunto non solo per lei, ma per tutto il movimento musicale.

Ingrid inoltre, non è solo una dj, ma anche una producer e co-owner di una casa discografica, ØPress Recordings. Produrre musica nasce dall’esigenza di esternare le proprie emozioni, di comunicare uno stato d’animo e trasmetterlo a tutti gli ascoltatori. Ingrid fa dell’emotività e delle sensazioni che prova il focus principale della sua personalità artistica. Per le sue produzioni lascia libero sfogo alla propria creatività ed al suo mood, lavorando con molta attenzione e determinazione sul risultato finale.

Tra le sue fonti d’ispirazione, c’è sicuramente l’iconico album “Acid Phase” di Emmanuel Top, artista a cui Ingrid guarda sempre con grande interesse e rispetto. Oltre a prendere spunto da vere e proprie leggende della musica elettronica come Robert Hood, Jeff Mills e Marc Acardipane, Ingrid ama studiare le diverse metodologie di creazione del suono, cercando di produrre delle sonorità molto personali ed originali da poter utilizzare nelle sue produzioni. Ascoltare più dischi possibili e non smettere mai di fare ricerca musicale, è uno dei modi che Ingrid utilizza per poter trovare nuovi stimoli, nuove ispirazioni e rimanere costantemente a contatto con l’evoluzione dell’industria musicale.

Identità ed impronta emotiva sono le parole chiave per comprendere appieno le produzioni della producer vicentina. Per Ingrid ogni traccia ha un valore sentimentale ed in ogni produzione c’è un bisogno interiore di esternare ciò che sente in quel determinato momento.

Ad esempio,“Dirty 30” uscita sulla sua etichetta ØPress Recordings,  è
stata prodotta dopo essere stata per la prima volta in tour in Colombia nel 2019. Una volta tornata in Italia, spinta dall’energia sudamericana e stimolata da un viaggio a dir poco incredibile, è riuscita a creare una traccia estremamente rappresentativa per la sua personalità artistica.

Anche l’EP “Want a Rave”, uscito alla fine del 2020 su Kuukou Records di Simina Grigoriu è frutto di un processo emotivo e musicale completamente nuovo. Realizzato insieme all’amico e collega Nico Cabeza, i due artisti durante il lockdown hanno unito le loro forze ed i loro stili per realizzare un EP nato da un’esperienza particolarmente segnante come quella causata della pandemia.

Un altro EP particolarmente importante per Ingrid è sicuramente “Bullshit”, prima uscita in vinile della sua carriera, arricchita dal remix di un altro grande talento italiano, Mattia Trani.

Nel 2019 Ingrid compie un altro step importante per la sua carriera, fondando insieme a Waveshape la label ØPress Recordings; una piattaforma dove promuovere giovani talenti emergenti e pubblicare liberamente i propri lavori.

L’ennesimo lockdown ha permesso ad Ingrid di potersi dedicare allo studio ed alla sperimentazione di nuove tecniche e sonorità; in attesa di poterla sentire presto alla prima serata disponibile o di apprezzare presto le sue nuove creazioni, vi lasciamo con uno dei suoi ultimi set realizzato per “Techno from Sicily”.