twelve + = fifteen

Paul Kalkbrenner presenta il suo nuovo singolo. Una traccia ipnotica creata a partire da alcune registrazioni audio di test telefonici della Germania occidentale degli anni ’60.

Pilastro fondamentale della musica elettronica in Germania e tra i maggiori esponenti della techno a livello mondiale. Questo è Paul Kalkbrenner, conosciuto ai più grazie al celebre film di cui è sia protagonista, sia produttore della colonna sonora: Berlin Calling.

E sono proprio le sonorità di quell’album quelle che si possono intuire nella nuova traccia Graf Zahl, ritmi ipnotici che a seconda di come li si ascoltino possono trascinare in uno stato di quiete assoluta o nel più esaltato degli stati d’animo.

Paul racconta a Forbes di come il singolo sia stato composto in una maniera davvero particolare.

Le voci presenti nella traccia sono state create sequenziando vecchi test di registrazione telefonica degli anni ’60 in maniera del tutto casuale. La voce ripete dei numeri tra zero e nove, una lunga combinazione, che difficilmente potrà essere ricreata per diverse migliaia di anni.

L’immagine mentale di Paul durante la creazione di “Graf Zahl” è quella di persone che fanno festa e ascoltano la canzone cercando di capire il significato dietro la sequenza numerica, che in realtà non c’è.

La creazione del singolo è stata ispirata principalmente dal conteggio dei giorni passati in isolamento a causa della pandemia da Covid-19. Il titolo, invece, prende ispirazione dalla visione della serie televisiva educativa per bambini Sesame Street insieme a sua figlia.

Nello specifico il nome del personaggio del Conte, nella sua traduzione tedesca. Programma televisivo che lo stesso Paul vedevo da piccolo.

La vita di Paul Kalkbrenner è praticamente conosciuta da tutti. Se così non dovesse essere in occasione del suo quarantatreesimo compleanno, lo scorso anno, abbiamo realizzato una biografia con alcune delle sue tracce più importanti. QUI il link all’articolo.