twelve + = seventeen

L’album in uscita il prossimo 27 Novembre per Augusta Records, contiene remix di Ryuichi Sakamoto, Dorian Concept, Tim Hecker ed altri artisti.

Con l’uscita dell’album “Amami Shima-Uta”, Chitose Hajime ha reso celebre lo stile musicale della sua città di origine, Amami Oshima, nel sud del Giappone.

Nell’arco di un anno, diversi artisti nel panorama della musica elettronica hanno contribuito a comporre una raccolta di remix tali da fondere lo stile tradizionale con suoni completamente nuovi e diversi tra loro. La famiglia di Parkett è lieta di condividere con voi questo viaggio nell’Estremo Oriente tradizionale ed elettronico di “HAJIME-UTA YŪGEN -CHITOSE HAJIME AMAMI SHIMA-UTA REMIX“, attraverso le sue tracce.

Iniziamo con Asabana-Bushi” remixata da Shintaro Sakamoto, il quale è stato capace di mantenere centrale la vocalità unica della Hajime costellato da suoni ed accordi al synth. Il percorso segue con “Kubanuha-Bushi” remixata da Ras G che ci offre una versione ambient sostenuta dal vocal della Hajime.

Proseguiamo con “Kurudando-Bushi” remixata da Chihehi Hatakeyama, un nuovo talento nella scena Nipponica, in grado di condensare in cinque minuti degli effetti robotici a lontani rimandi del vocal originale della cantante.

Continuiamo con “Nagakumo-Bushi”, nella quale Tim Hecker da un’impronta più Techno e sperimentale, densa di synth e suoni un po’ ruvidi.

Purtroppo il termine della nostra avventura si avvicina con il remix di Dorian Concept, artista austriaco di casa Ninja Tune, di “Hounen-Bushi”, versione decisamente più ritmata e caratterizzata da flauti sintetizzati, ritmi traballanti e suoni orchestrali.

Last but not least, il grande Ryuichi Sakamoto dà il suo tocco minimale al remix di “Watasya. Quest’ultima traccia mette al centro la voce di Chitose circondandola di pezzi al sintetizzatore che rapiscono l’ascolto e lo immergono in uno stato meditativo.

L’album sarà disponibile in digitale dal prossimo 27 Novembre 2019 e in vinile dal 25 Dicembre 2019 su Augusta Records.