+ twenty = 28

Per due notti, il 13 e 14 luglio, la crew del Dude Club di Milano si trasferisce negli spazi all’aperto del Circolo Magnolia per la prima, attesa, edizione del Solar Village Festival.

Saranno proprio le verdi rive del parco dell’Idroscalo, l’area di oltre 20.000 mq poco lontano da Segrate, ad assumere le sembianze del dancefloor del Dude per un weekend interamente dedicato al clubbing internazionale con alcuni tra i protagonisti della scena elettronica.

Solar Village Festival rappresenta inoltre un evento nell’evento, in quanto si colloca all’interno di Magnolia Estate, la lunga rassegna estiva del Circolo Magnolia che fino all 14 settembre animerà l’Idroscalo con una programmazione artistica che prevede live, party ed eventi speciali che si svolgeranno sette giorni su sette.

Tra gli headliner della prima edizione del Solar Village ritroviamo alcuni nomi storici, già protagonisti delle line-up dei più importanti festival internazionali, che divideranno la consolle misurandosi in abilità con una ricercata selezione di newcomers del panorama italiano ed europeo.

solar village

Tra i maestri, merita senz’altro una menzione di rilievo Laurent Garnier, tra i producer più stimati al mondo nonchè fondatore della F Communications, label cardine per l’evoluzione dell’house music e dell’intero movimento del french touch nei primi anni duemila.

Laurent Garnier

Le variazioni in tema house saranno al centro anche del set contraddistinto dalla consueta carica percussiva del boss della Innversions (assieme ad Âme) Dixon, resident della serata Transmoderna al Pacha di Ibiza e atteso anche al prossimo Sònar di Barcellona.

Dixon

Non poteva mancare il rappresentante più visionario ed eclettico della club music declinata secondo gli stili del jazz, del soul e del funk ovvero Kenny Dixon Jr. aka Moodymann, pronto a beffarsi a modo suo del pubblico con una delle sue performance del tutto imprevedibili.

Moodymann

E ancora, dai sobborghi londinesi l’afrobeat di Henry Wu, in arte Kamaal Williams, già metà del duo Yussef Kamaal insieme a Yussef Dayes, il cui sound electronic jazz già cifra stilistica della scena UK Jazz ; il neo tropicalismo stratificato di batucada, noise, samba ed elettronica del duo formato da Nico Vascellari e Nicolò Fortuni, portavoci del marchio di fabbrica Ninos Du Brasil.

Kamaal Williams

Completano la programmazione di Solar Village il set di Trikk, next big thing della scena portoghese underground e l’esibizione di HAAi, DJ e producer australiana, vincitrice del miglior Essential Mix 2018 per BBC1, fondatrice della sua etichetta Coconut Beats che dà anche il nome al suo radioshow a cadenza mensile su Worldwide FM di Gilles Peterson dedicato ai suoni psichedelici da ogni angolo del mondo.

haai

Le prevendite per il Solar Village Festival sono disponibili qui.

Per due nostri fortunati lettori e follower c’è anche la possibilità di partecipare gratuitamente all’evento.

Per vincere due biglietti fai “segui” sulla pagina Facebook di Parkett e condividi il post di questo articolo con modalità pubblica taggando la persona con cui vorresti andare.

A seguire la line-up completa e la divisione per palchi.

Solar Village Festival 2019

DAY 1 – Sabato 13 Luglio

SOLAR STAGE: Walking Shadow | Ninos Du Brasil (h. 23.00) | Haai (h. 00:00) | Laurent Garnier (h. 01.30)
PARK STAGE: Dnart | Ayce Bio b2b Turenne | Fat Fat Fat Soundsystem | Abstract | Moodymann (h. 00.00) | MCMXC

DAY 2 – Domenica 14 Luglio

SOLAR STAGE: Ivory | Dixon (h. 21.30) | Trikk (h. 23.30)
LUNAR STAGE: Insecurity Sindrome | Kamaal Williams (h. 19.45)
PARK STAGE: Dcdj Soulmind | Sadar Bahar & Lee Collins (h. 17.00) | Mael b2b Anvil| Hotline Soundsystem | We.Amps | G-Refresh b2b Dave Santos