seven + two =

Il Sònar frantuma un nuovo record di presenze e annuncia un cambio di data: la prossima edizione del celebre festival di musica elettronica si svolgerà nel mese di luglio, ma soltanto per il 2019.

Registrando il nuovo record assoluto di presenze, il Sònar di Barcellona ha raggiunto il picco di spettatori della sua storia per un totale di 126.000 persone, ben 3.000 in più dell’anno passato, grazie soprattutto all’aumento di interesse per i concerti della programmazione diurna e un incremento del pubblico locale.

Secondo quanto dichiarato sabato scorso da Ricard Robles, condirettore del festival, il numero di partecipanti al Sònar by Day è stato di 64.000 persone, circa 3.000 in più dell’anno passato mentre quelli del Sonàr by Night si sono mantenuti nella cifra di 62.000.

La percentuale di spettatori locali nel corso dell’ultima edizione è stata leggermente superiore a quella degli stranieri (54% di spagnoli a fronte di 46% di partecipanti da altre nazioni), al contrario di quanto registrato lo scorso anno.

Secondo gli organizzatori tale inversione di tendenza è dovuta a fattori  quali “la ricorrenza del venticinquesimo anniversario” e “la programmazione“.

Si consolida in questo modo il format già in essere dal 2013, da quando il Sònar de Dìa ha cambiato location dai locali del CCCB agli attuali spazi della Fira de Montjuic” hanno precisato i condirettori, “dopo aver trovato un nuovo assetto grazie all’integrazione della piattaforma con il Sònar+D, la sezione del festival dedicata alla business industry musicale e alla tecnologia“.

In questo senso, Enric Palau ha dichiarato che il festival ha dato spazio a nuovi progetti di alcuni importanti artisti locali come El Niño de Elche, Israel Galván e Rosalía i quali “hanno messo alla prova” il Sònar, elevando in modo considerevole la qualità della proposta artistica dell’evento.

Oltre a snocciolare i numeri della manifestazione, Robles ha annunciato anche un cambio di date per il Sònar del prossimo anno, che invece di celebrasi nel mese di giugno, come avviene abitualmente si svolgerà a Luglio.

Le date del Sònar 2019 saranno infatti il 18, 19 e 20 Luglio.

Si tratta di un cambiamento che non ci lascia indiferrenti sull’impatto che potrebbe avere sul nostro pubblico” ha dichiarato Sergi Caballero, il terzo condirettore del festival: “se da un lato beneficieremo del fatto che gli studenti a luglio hanno già finito gli esami, dall’altro c’eè il rischio concreto che il pubblico nordeuropeo desista per il timore di dover sopportare un caldo torrido“.

Tuttavia, hanno precisato gli organizzatori, il motivo del cambio di date risiede principalmente in un aspetto di carattere organizzativo, dovuto alla contemporanea presenza, nel tradizionale secondo fine settimana di giugno, della fiera dei macchinari tessili ITMA, la più importante del mondo, in programma proprio negli spazi della Fira Gran Vìa di Barcellona dove si svolge la programmazione notturna del festival.

Dal 2020 il Sònar si riapproprierà del suo calendario abituale, con la consueta cadenza prevista nel fine settimana di Giugno che precede la festività di Sant Joan.

Contando su 150 eventi già programmati in 10 location diverse, Advanced Music (la società che detiene la proprietà e i diritti dell’evento) si appresta a dare vita alle prossime edizioni internazionali del Sònar, già in programma a Buenos Aires, Bogotà, Istanbul, Hong Kong e Reykjavik.