+ eighty eight = ninety six

Kerri Chandler, Danny Krivit, François K e David Morales. Sono solo alcuni degli artisti scelti per animare questa stagione al Basic Club, scopriamo di più…

È trascorso già un po’ di tempo da quando abbiamo presentato il Basic Club, il nuovo club che movimenta i weekend della città di Napoli.

Proviamo a ripercorrere insieme i momenti più significativi della scorsa stagione.

Il Basic Club ad esempio è stato la cornice perfetta per un evento del calibro di Underground Resistence, movimento musicale e culturale che nasce a Detroit ma abbraccia tutto il pianeta.

Poi abbiamo puntato l’interesse sul 7° anniversario NEUHM, con ospite Joe Claussell e nemmeno a Natale il Basic ci è andato piano regalando al pubblico l’opportunità di festeggiare con Timmy Regisford.

Ma questo ha rappresentato solo l’inizio di un percorso verso un ambizioso obiettivo, che già sembra esser arrivato a buon punto dal suo completamento.

Basic Club NapoliUna programmazione artistica a “tutta house”

Siamo appena a metà gennaio e la direzione artistica del Basic ha già le idee chiare per questo 2019. Il prossimo weekend infatti riporterà a Napoli un artista che ha regalato al capoluogo partenopeo emozioni forti.

Il 19 gennaio arriverà al Basic Club Kerri Chandler che farà da padrone con uno suo all night long.

Il Disc Jockey statunitense vanta alle spalle 20 e più anni di carriera, costellata di successi ed eventi memorabili.

Ma per gli amanti dell’house music questo è solo l’inizio di un periodo di fiorente attività del genere nella propria città.

Il prossimo 26 gennaio il club saluterà il mese più gelido dell’anno con Danny Krivit Davide D’amico nella MAIN ROOM mentre nella BAAAR ROOM ritroviamo gli 10XM8.

E per inaugurare il mese di Febbraio, il 2, al Basic Club sarà ospite il progetto Collectors con protagonista Jeremy Underground,un’altra imponente figura artistica del panorama mondiale.

Mentre il 9 febbraio ritornerà in città un pezzo di storia, un artista che ha dato moltissimo a Napoli e non solo, parliamo di François Kevorkian.

François K è un artista eclettico in attività da tantissimi anni, ma che dimostra nonostante il tempo passato di essere ancora uno dei migliori DJ al mondo.

L’ultimo weekend di febbraio sarà ricordato grazie al Basic Club che hanno promosso per l’occasione un all night long show attesissimo dal pubblico partenopeo.

Il 23 febbraio infatti il club sarà pronto ad aprire le sue porte per regalare ai presenti una notte con Theo Parrish.

Un artista come Parrish rappresenta una colonna portante della musica a 360°. Egli spazia infatti dalla techno, all’house music fino a toccare correnti artistiche più morbide e sognanti.

Un appassionato di buona musica per definirsi tale deve aver ascoltato Theo Parrish, almeno una volta nella vita.

Se i nomi già citati non vi avessero convinto, il Basic Club ha deciso insieme a NEUHM, di sparare un altro colpo disponibile tra le sue cartucce, promuovendo per il 9 marzo  RED ZONE.

RED ZONE è un progetto di David Morales, un altro artista dall’alto profilo artistico che renderà sua la MAIN ROOM per tutta la notte.

Il Basic Club diventa culla dell’house music 

Basic Club

Alla luce di una programmazione tanto interessante possiamo tornare a ribattezzare Napoli come culla dell’house music partenopea.

Una città come Napoli era da tempo affamata di nuove realtà che si preoccupassero però di mettere sempre in primo piano la qualità artistica.

Il Basic Club ha fatto questo e molto di più. Il club ha dato vita infatti  ad un luogo che ha il sapore degli anni d’oro, riproposti però in chiave contemporanea e grazie ad un soundsystem (troverete tutte le info in merito, proprio in questo articolo) impeccabile, per gli artisti sarà sempre un piacere esibirsi in questo suggestivo scenario.

Siamo quindi in attesa di conoscere la risposta del pubblico partenopeo ad una stagione tanto interessante.
Per tutte le info e gli eventi vi invitiamo a dare un’occhiata al sito ufficiale Basic Club.