seventy eight − seventy three =

Surgeon, aka Anthony Child, e il suo collaboratore Daniel Bean hanno pubblicato una registrazione della loro esibizione come The Transcendence Orchestra avvenuta al Bleep43 dello scorso mese, evento che si svolge a Londra.

Il resident di Birmingham ha perfezionato uno stile di produzione unico: le sue sonorità sono dure con un alone industriale, ma hanno anche un retrogusto funk, swing e un sofisticato senso di dub-space. Sebbene sia maggiormente conosciuto per il suo lavoro orientato al dancefloor, come appunto Surgeon, la trascendenza e la sperimentazione sono state una presenza costante nel lavoro di Anthony Child fin dall’inizio della sua prodigiosa traiettoria attraverso la produzione e la performance.

Notevoli recenti incursioni lontane dalla grancassa e verso i domini segreti della mente includono i suoi due volumi di Electronic Recordings From Maui Jungle, anch’esso pubblicato da Editions Mego. La Transcendence Orchestra vede la sintesi di Child con una panoplia di strumenti acustici esoterici, ignorando le idee pre-concepite su ciò che costituisce la techno.

Daniel Bean ha incontrato Anthony Child per la prima volta oltre dieci anni fa come parte del collettivo dietro ai party di Bleep43 a Londra, in cui Surgeon era un attore regolare. Oltre ad essere amici appassionati di musica arcana, la loro comune predilezione per i droni ha portato naturalmente ad un progetto dedicato ad esplorare l’effetto del tono e l’improvvisazione sulla coscienza. La sua capacità di interpretare i suoni di una vasta gamma di strumenti attraverso la tecnologia, sia vecchia che nuova, è stata determinante nella produzione del suono spessa e multistrato di questo album.

È la loro seconda registrazione integrale come sotto questa formazione, a seguito di Modern Methods For Ancient Rituals, live registrato nel 2017 caratterizzato da sonorità drone music e minimali,  ottenute con l’utilizzo di sintetizzatori e strumenti tropicali. La performance consiste in novanta minuti di improvvisazione all’evento dello scorso mese di Bleep43 alla Saint james Church, un formato che lo stesso Daniel Bean organizza. Essa consiste in due tracce di una durata abbastanza lunga, senza contare il fatto che è in assoluto la prima pubblicazione sotto la loro nuova etichetta, la Old Technology Recordings.

Ascoltala per intero su Bandcamp!

“Live at Bleep43” è fuori su Old Technology Records