+ fifty six = sixty four

Torna un party a firma Woodmark questo sabato al Rashomon Club di Roma: l’organizzazione torna a un mese di distanza dopo aver ospitato Phil Weeks a metà gennaio, e questa volta rincara la dose con un dj set di Butch.

Il DJ di origine turco-tedesca Bülent Gürler a.k.a. Butch fa parte del roster niente meno che della Cocoon Records. L’artista, il cui percorso creativo è iniziato nel mondo dei graffiti, oggi vive e respira musica a trecentosessanta gradi con la sua energica personalità, che trasmetterà al dancefloor sabato 18 febbraio. Si dice che sia stato proprio un infortunio a farlo passare dal mondo dei graffiti e della break-dance ai giradischi, dai quali è cominciata la sua vera carriera.

Oggi è un “animale da studio”, ambiente dove passa molte ore al giorno a perfezionare la sua tecnica e provare nuove formule creative con un approccio spiccatamente open-minded. La sua mentalità, e forse anche l’incontro di culture che porta nel sangue, lo predispongono ad una felice miscela di generi che attraversano sonorità Techno, House, Minimal toccando anche esperienze più sperimentali dove è possibile vedere suoni di chitarra incontrarsi con giri di basso squisitamente acidi.

Sarà lui l’headliner di questo sabato al Rashomon Club. E sarà in ottima compagnia, con Dhaze (dj set) nella sala principale. Nell’area bar, avremo le performance di Jeffry, Gabriele Zabbatino e Simone Maria, Pava & X:AM, Paradisco.

Sarà inoltre allestita una zona “Art & Expo” che vedrà la presenza del collettivo Fête mobilerecentemente già approdato al Rashomon Club con l’evento EVA dello scorso 28 gennaio: un incontro insolito, a base di arti visive, live painting, proiezioni interattive e performance teatrali.

Le porte saranno aperte dalle ore 22. L’ingresso è di 10€ se in lista (per inserirsi, basterà scrivere il proprio nome più il numero di amici sullevento Facebook), oppure 15€ fuori lista.

butch