five + 4 =

L’ADE, Amsterdam Dance Event. tornerà dal 13 al 17 ottobre con molte novità post pandemia e vecchie conferme.

ADE. Una sigla che non ha di certo bisogno di presentazioni. L’Amsterdam Dance Event rappresenta per gli addetti ai lavori e gli appassionati di musica elettronica la settimana perfetta. Centinai di eventi, venues, festival, conferences, meeting tutti intorno all’universo elettronico.

Certo, quella di quest’anno sarà un’edizione decisamente diversa. Un’edizione sofferta che è stata confermata definitivamente soltanto nella terza settimana di settembre. Non dopo svariate polemiche, proteste e una battaglia con le istituzioni per vedere riconosciuta l’importanza del clubbin’ in Olanda.

Un affare sentito. Le manifestazioni del movimento Unmute.us hanno contribuito in maniera decisiva a tenere alta l’attenzione sulla scena elettronica. Dal 25 settembre in tutti i Paesi Bassi i club e gli eventi hanno riaperto i battenti con obbligo di Green Pass o tampone negativo all’ingresso.

Grazie all’adozione di questa nuova politica, l’ADE 2021 si farà. In una versione più light rispetto agli altri anni.   I festival ed i party avranno tutti luogo in orario diurno, in una fascia oraria che va dalle 06.00 del mattino alla mezzanotte.

L’organizzazione ha confermato all’incirca 350 eventi, mentre purtroppo le conferenze non hanno trovato le condizioni necessarie per il loro svolgimento. Nonostante questa mancanza, l’organizzazione dell’ADE ha garantito la disponibilità di luoghi per poter consentire il networking e meeting tra specialisti del settore e le diverse figure addette ai lavori.

Questa versione “light” dell’Amsterdam Dance Event è stata concepita in poche settimane.

Dimostrando la grande flessibilità che l’intero comparto eventi olandese ha sempre  avuto sin dall’inizio dell’emergenza Covid. Molti grandi festival hanno cambiato le loro location tradizionali, per poter consentire il rispetto delle norme e la capienza richiesta.

Fino a questo weekend il programma si è arricchito di nuovi eventi e convention.  Creando una vasta gamma di scelta tra generi musicali e serate. Insomma come ogni anno l’ADE regala dei giorni in cui ogni buon amante della musica elettronica vorrebbe possedere il dono dell’ubiquità.

Abbiamo voluto creare una piccola “guida” in cui inserire una selezione delle cose da tenere sott’occhio. Dai grandi festival che si confermano protagonisti indiscussi durante queste giornate ai piccoli eventi e collettivi emergenti da poter ascoltare, se nei prossimi giorni ci si trova nella Venezia del Nord.

Tra le grandi conferme troviamo i grandi festival olandesi. A partire da Awakenings. Il colosso olandese torna all’ADE come di consueto per cinque serate, nella storica location del Gashouder e con degli special con protagonisti tra gli altri Maceo Plex e Reinier Zonneveld in cui il festival farà doppietta con uno speciale allo Ziggo Dome.

La line up di questo evento speciale vedrà tra i nomi più altisonanti Enrico Sangiuliano, Nina Kraviz, Richie Hawtin e Charlotte de Witte. Nomi che ritorneranno anche nell’appuntamento settimanale accompagnati dal roster Drumcode il giovedì, Afterlife il venerdì, Spectrum di Joris Voorn il sabato ed Exhale di Amelie Lens la domenica.

Altra realtà macroscopica assolutamente presente sarà DGTL, confermato anche in questo caso nella tradizionale location dei Docklands, con una capacità di all’incirca 10000 persone. Con una line up ricchissima con nomi del calibro dei Disclosure, Dixon, The Blessed Madonna e Maya Jane Coles.

Altra realtà immancabile è Loveland. 

Il festival, normalmente di casa allo Sloterpark, si svolgerà mercoledì, giovedì e venerdì al Warehouse Outhavens con guest come Solomun, Sebastian Leger e Modular  oltre che con il set di dieci ore esclusivo dei Pan Pot mentre sabato e domenica unirà le forze con Circoloco al Mediahavens.

Line up ricca di nomi consolidati e novità per il party ibizenco tra cui Seth Troxler, The Martinez Brothers, Carl Craig, Dj Tennis, Marco Carola, Enzo Siragusa, Loco Dice e KolschUn doppio appuntamento che si prospetta produttivo per entrambe le realtà interessate.

Oltre alle grandi realtà coesistono anche eventi singoli, alcuni assolutamente nuovi per l’ADE. Il mercoledì si inizia ad esempio con un San Proper all day long al Kaap Amsterdam e il party di Hernan Cattaneo al  WesterUnie.

Altra serie di eventi che avrà inizio anche questa mercoledì 13 ottobre è quella nata dalla collaborazione dell’Amsterdam Dance Event con il NxT Museum, che ospiterà alcune guest tra cui Lyzza, Sam Madhu e Guillaume Roux unendo un set,che viaggia tra ambient ed electro, all’esperienza visiva che il museo offre.

Qui un video dell’esperimento avvenuto durante lo scorso anno in streaming con protagonista Vladimir Ivkovic che quest’anno sarà ospite invece nell’evento Radio Radio del 14 ottobre a cura di Elena Colombi.

Altro evento del mercoledì che cavalca l’onda della dub house londinese, diventata super popolare grazie a Fuse London, è l’evento organizzato allo Shelter PIV. La label indonesiana trapiantata in Olanda rappresenterà il proprio sound attraverso i dj set di Prunk, East End Dubs, Archie Hamilton e DJOKO.

Il giovedì la programmazione dello Shelter proporrà invece la serata He,She, They, party all’insegna della massima libertà di espressione che vedrà alla consolle Freddy K, Sandrien, Maya Jane Coles, Sama Abdulhadi e SYREETA. Assolutamente imperdibile anche l’evento al Muziekgebouw aan ‘t IJ dove Luke Slater suonerà sotto le vesti del suo alterego The 7th Plain in una performance multidisciplinare.

Il 15 ottobre ritorna invece uno dei party più celebri di Amsterdam: Audio Obscura.

E lo fa con dei guest di tutto rispetto tra cui Palms Trax, Job Jobse, Antal e Octo Octa. Il party avrà come cornice una delle location più innovative da un punto di vista architettonico ovvero il Raw Factory, progettato nel 2014 dall’archistar Rem Koolhas.

Un altro grande ritorno atteso dai fan del filone minimal house è quello di VBX che si dividerà tra tre club: il Lofi, il Bret e lo Shelter, dove la domenica mattina Ferro&Co da buoni padroni di casa ospiteranno un afterparty con Priku, Gescu e Arapu, nomi affermati del filone ro-minimal.

E sempre per la serie afterparty torna il consueto appuntamento con il Breakfast Club e Radion, dalle 06.00 del mattino il 16 ed il 17 ottobre. Con un evento ricco e come da tradizione, accessibile gratuitamente per gustare i set di nomi del calibro di Nicolas Lutz & Craig Richards in b2b, Marcel Dettman e Ben Ufo

Da segnalare la domenica in chiusura anche Richie Hawtin che suonerà dalle 14 allo Shelter, Dj Pierre al Club Holo dalle 17, lo showcase di Toi Toi Music al Doka I Hate Models per il party Intercell all’H7 Warehouse.. E il ritorno della location regina della domenica ovvero Thuishaven. Il party domenicale avrà come guest principale gli Apollonia.

Abbiamo passato in rassegna solo alcuni degli  innumerevoli eventi di questi 5 giorni. Augurandoci che il prossimo anno si possa tornare ad una piena normalità. Di poter svolgere tutte le attività connesse all’ADE a 360 gradi.

Per il momento, buon ADE 2021!